decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

Naharin e Batsheva aprono Torinodanza con "Tre"

01_tre_ph_gadi_dagon.jpg

MODENA – E’ arrivata al Pavarotti di Modena in esclusiva italiana con Tre, lo stesso titolo che qualche giorno prima l’ha introdotta – di diritto – e per la prima volta a Palais Garnier, il tempio della danza francese. E non vi è dubbio che l’israeliana Batsheva sappia sedurre con la danza viscerale e contagiosa concepita dal suo mentore Ohad Naharin e, nonostante Tre sia datato 2005, intatta è oggi la sua capacità seduttiva nell’intramontabile stratificazione del movimento, incarnazione tangibile delle emozioni umane. Strutturato in tre parti, la seconda e la terza introdotte da un danzatore che si presenta in proscenio con uno schermo in mano a ‘descrivere’ ciò che ci aspetta, Tre apre con un magistrale assolo maschile sulle Variazioni Goldberg di Bach nell’interpretazione per pianoforte di Glen Gould. All’arrivo del gruppo vediamo subito dispiegarsi una danza che oscilla tra muscoli e fragilità, si anima nel contrappunto musicale, si propaga di corpo in corpo cogliendo nella forma ogni sfumatura dell’animo, a partire da quell’incedere sul palco in innaturali, quanto profondi, grands pliés. Mai titolo fu più azzeccato: Bellus, in latino Bello. Segue Humus (Terra) affidato alla forza generatrice femminile. La contemporaneità del gesto è assoluta eppure il pezzo emana qualcosa di ancestrale, nei versi emessi dalle interpreti, nelle camminate ritmiche e nelle percosse delle mani sul corpo che ‘animano’ la meditativa e quasi silenziosa Neroli di Brian Eno. Un rito preparatorio, sembrerebbe, allo sbocciare della terza parte: Secus (Sesso in latino se considerato sostantivo, ma anche Diversamente se avverbio). Tutto chiaro. I corpi si abbracciano e si sciolgono in un continuum di pose che la pratica di Gaga rende unici. Vediamo coppie, poi gruppi, poi di nuovo coppie senza condizionamenti di genere. Troviamo i danzatori avvinghiati l’un l’altro dopo un improvviso blackout di luce, poi li vediamo sfilare in proscenio per mostrarci la loro verità (e nudità). A ricordare che questa è la vita, a cui siamo tutti invitati a partecipare sulle note di You’are welcome dei Beach Boys. Un incanto.

04/09/2016

Maria Luisa Buzzi

Stampa l'articolo Torna indietro

Pro e contro

NID Giorno 1.Tra autorità e ospiti dal mondo

Il report della giornata inaugurale

nid_opening_2_.jpg

GORIZIA Primo serrato ma puntuale feed back dalla NID Nuova Piattaforma della Danza Italiana, giunta quest'anno alla sua quarta edizione.

continua a leggere...

>

News

Al via Danae: diciannovesima edizione

foscarini_vocazione_gabriel_henr_quez_d_niz_2_bassa.jpg

MILANO La diciannovesima edizione di Danae Festival, dopo un’anteprima che si è realizzata il 14 e 15 settembre presso Triennale/Teatro dell’Arte, avrà luogo dal 24 Ottobre al 12 Novembre, in 9 luoghi della città di Milano, presentando 19 spettacoli tra danza e teatro.

Continua a leggere...

>

News

Parte la NID Platform a Gorizia

nid_conferenzastampa_banner2.jpg

GORIZIA Tra poche ore al via la IV edizione di NID Platform. In programma da oggi 19 ottobre sino a domenica 22, lo showcase della danza "Made in Italy" per questa edizione si prospetta mitteleuropeo e transfontraliero. Gli spettacoli in programma, infatti, andranno in scena tra tre teatri di Gorizia (Teatro Comunale G. Verdi, Kulturni Dom e Kulturni Center Lojze Bratuž) e il Teatro Nazionale di Nova Gorica.

Continua a leggere...

 

>

News

La bellezza di stupirà: ultima tappa del focus Enzo Cosimi di MilanOltre

Allo spazio NonostanteMarras il 21 e 22 ottobre

labellezzati_stupira_cosimi_milanoltre.jpg

MILANO L’ultimo spettacolo del focus dedicato a Enzo Cosimi dal festival MilanOltre, La bellezza ti stupirà, va in scena nel bellissimo contesto dello spazio di Antonio Marras, NonostanteMarras. Il 21 e 22 ottobre h. 21

Continua a leggere...

 

>