Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

read Danza e Danza International read Danza e Danza International read Danza e Danza International

News

Una nuova modalità di fruire il teatro. Con CollettivO CineticO

"Cinetico Voodoo" oggi e domani al Comunale di Ferrara

17_ferrara_ph_marco_davolio.jpg
FERRARA CollettivO CineticO inaugura con "Cinetico Voodoo" la Stagione di Danza 2020/2021, martedì 8 e mercoledì 9 settembre alle 15.15 al Teatro Comunale di Ferrara. Il doppio appuntamento sarà un’anteprima del programma del Festival di danza contemporanea che, tra ottobre e dicembre.
 
"Cinetico Voodoo" è il nuovo gioco di ruolo partecipato, interattivo e multimediale, ideato da CollettivO CineticO, che indaga il mondo della performance artistica all’epoca del Coronavirus, e per questo pensato per essere seguito in streaming. 
 
Vari artisti del mondo dello spettacolo giocheranno in diretta sui social creando in tempo reale una performance di cui non conoscono totalmente l’evoluzione, mentre gli spettatori, interagendo a distanza, potranno votare per determinare il loro destino. Quanto ai ‘cinetici’, tre di loro avranno il compito di ridisegnare i corpi ‘virtuali’ dei partecipanti al gioco. Lo spettacolo, in modo divertente e non convenzionale, intende far scoprire i retroscena della produzione artistica, per toccare con ironia il pensiero degli autori e per interrogarsi su cosa significa, oggi, fare performance a distanza.
 
Per partecipare: Cinetico Voodoo avverrà attraverso una delle piattaforme utilizzate durante il lockdown per avvicinare le persone in quarantena. Chiunque potrà accedervi in streaming attraverso il link di YouTube youtu.be/fp2olxY8fmM, o seguire le dirette su Facebook sulla pagina del CollettivO CineticO e del Teatro Comunale di Ferrara.
 
Spiega Francesca Pennini di CollettivO CineticO: “Non vedo lo spazio digitale come una soluzione o come una trasformazione della danza nel futuro. È un altro ambito di lavoro, nuovo e possibile. Ha un altro statuto ontologico, perché cambia il paradigma della fruizione, cambia il paradigma della presenza, cambiano le fondamenta stesse della danza. Non si può parlare della ‘nuova danza’ o del ‘futuro della danza’, si parla di un’altra cosa. La danza è qualcosa di ben più ampio nel tempo e nello spazio rispetto al sistema della danza che conosciamo noi. La danza c’è sempre stata e continuerà ad esistere sempre una danza per i corpi. Allo stesso tempo, però, pensare il teatro in streaming genera una riflessione interessante. Iniziare a sottrarre qualcosa può diventare l’occasione per interrogarsi su che cosa significa ‘essere in presenza’, ‘guardare un altro corpo’, guardare un video”. Mi piacerebbe che Cinetico Voodoo fosse un modo per problematizzare e rilanciare in modo critico la questione, piuttosto che scendere a un compromesso”.
 
“Con la chiusura dei teatri durante la quarantena - spiega il direttore artistico, Marino Pedroni - come Teatro Comunale ci siamo più volte interrogati: come ripartiamo? Quale sarà il futuro del nostro settore? Sono emerse due proposte: una è quella della mostra, La Pelle del Teatro, che ci ha permesso di riaprire al pubblico, facendo scoprire la nostra storia attraverso le locandine e i manifesti storici del Teatro, l’altra è stata coinvolgere realtà in residenza al Comunale, quali l’Orchestra Città di Ferrara e il Collettivo Cinetico. E proprio al Collettivo è stato chiesto di lavorare sulla discussione tra tecnologia e nuovi modi di creare relazioni. Durante i mesi di lockdown, ci si confrontava sul rapporto con lo spazio, tra i danzatori, una volta che si sarebbero riaperti i teatri - continua Pedroni -. Il Collettivo Cinetico ha presentato questo progetto, che debutta al Teatro Comunale di Ferrara. Non è solo uno streaming, è uno spettacolo in cui si ragiona sull'essere presenti in quel determinato momento entrando in una dinamica e in una temporalità teatrale, quella del qui e ora”.
 
Con Cinetico Voodoo, i tre partecipanti si collegheranno in streaming da casa, e tre cinetici (Angelo Pedroni, Francesca Pennini e Giulio Santolini) daranno forma alle loro scelte e alle loro azioni sullo spazio di gioco scelto tra diverse location del Teatro Comunale. Nella prima giornata, a scendere sul palco virtuale ideato dal CollettivO CineticO ci saranno come ospiti speciali Sara Bonaventura, Claudio Cirri e Daniele Villa, il trio che costituisce l’anima della compagnia Teatro Sotterraneo, collettivo di ricerca teatrale nato a Firenze nel 2005, vincitore di molti riconoscimenti, tra cui Premio Lo Straniero, Premio Hystrio, BeFestival First Prize, Silver Laurel Wreath Award/Sarajevo MESS Festival e due Premi UBU, di cui uno per lo Spettacolo dell’anno 2018 con Overload.
 
Riprese live e contenuti extra a cura di Teodora Grano, tecnico audio-video Simone Arganini, coordinamento, organizzazione e tecnica streaming Carmine Parise, moderatore Riccardo Guidarini. L’evento è in collaborazione con il Teatro Comunale di Ferrara. Cinetico Voodoo chiuderà la Stagione di Danza, con altri due spettacoli: il 17 e 19 dicembre.
 
 

 

08/09/2020

la redazione di D&D

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

"Paradigma" al posto di "Jewels" con due entrate in repertorio

Cambio di programma al Bayerisches Staatsballett

sunyata_cook_ryzhkova_480.jpg

MONACO DI BAVIERA Il Bayerisches Staatsballett annuncia un cambio di programma per novembre. Niente Jewels di Balanchine, come anticipato, a causa della instabile situazione Covid e delle norme di sicurezza messe in campo per la tutela dei danzatori. Andrà invece in scena Paradigma, un  trittico con due nuove entrate in repertorio a firma Sharon Eyal/ Gai Behar e Liam Scarlett. Inoltre viene ripreso un titolo di McGregor.

Continua a leggere...

>

News

Si sogna a Padova

Diciassettesima edizione del Festival curato da Gabriella Furlan Malvezzi

hotelcortemarchesinipadova.jpg

PADOVA Edizione numero 17 per la rassegna di danza curata da Gabriella Furlan Malvezzi per La Sfera Danza. Ecco il cartellone degli appuntamenti.

Continua a leggere...

>

News

Alla Lavanderia a Vapore residenze in resilienza

Si riprende il lavoro di ricerca nel centro piemontese

unnamed_1_.jpg

TORINO Alla Lavanderia a Vapore di Collegno si prepara il futuro, prossimo e anteriore, con le residenze artistiche che vedono tornare nuovamente dance makers italiani e stranieri.

Continua a leggere...

>