Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

read Danza e Danza International read Danza e Danza International read Danza e Danza International

News

Renato Zanella consulente danza la Santa Chiara di Trento

11781898_10152941543795718_466851147758858201_n.jpg

TRENTO Il Cda del Centro Servizi Culturali S. Chiara ha nominato Renato Zanella consulente artistico per la danza e direttore artistico della stagione InDanza 2021 per la programmazione di Trento, Bolzano e Rovereto.

"Accolgo questa nomina con felicità e grande senso di responsabilità, rivolgendo un sentito ringraziamento al Cda dell’Ente per la fiducia accordatami – ha commentato Renato Zanella. Arrivo in un territorio nel quale la danza è da sempre particolarmente seguita e riscuote grande successo di pubblico, sia per l’offerta artistica, sia per la presenza di molte scuole di danza di prestigio. Continuando la linea tracciata in questo triennio dal mio predecessore, al quale va la mia stima, confermo la mia intenzione di allargare la proposta artistica con nuovi impulsi, maggior creatività, verso nuovi orizzonti".

Renato Zanella subentrerà quindi a Emanuele Masi, che terminerà il suo incarico triennale il prossimo 31 dicembre 2020.

A Emanuele Masi vanno i sentiti ringraziamenti della direzione e del Cda dell’Ente per l’egregio lavoro svolto e per gli inconfutabili risultati artistici conseguiti nel triennio di mandato. Risultati che hanno consentito al Centro di consolidare il proprio ruolo di riferimento nella programmazione e distribuzione della danza in regione.

Coreografo, danzatore e regista, Renato Zanella si è formato a Cannes, nel 1982, presso il Centre de Danse International di Rosella Hightower, iniziando ben presto a esibirsi con importanti compagnie quali il Balletto di Basilea e poi con il Balletto di Stoccarda, dove ha vissuto una carriera intensa e di successo ballando ed esibendosi in tutto il mondo e infine nominato nel 1993 da Marcia Haydée, Coreografo Residente.

Nel 1995 è inoltre nominato Direttore del Corpo del Ballo dell’Opera di Vienna, impegno che occuperà fino al 2005, parallelamente alla direzione dell’Accademia di danza dell’Opera che gli fu affidata nel 2001.

Dal periodo successivo a Vienna alla seguente direzione artistica lo vedremo impegnato con importanti teatri internazionali come il Balletto Reale Danese, Teatro dell’Opera di Roma, il San Francisco Ballet e firmerà la sua prima regia con Così fan Tutte per l’importante festival austriaco Attersee Klassik.

E' statp direttore artistico per la danza dell’International Festival of the Aegean presso “La piccola Scala” di Syros nelle Cicladi, dal 2009 al 2011, per poi dirigere per quattro anni i Corpi di Ballo all’Opera Nazionale di Atene, parallelamente all’Arena di Verona dal 2013 al 2015 e all’Opera Nazionale di Bucarest per il biennio 2016 e 2017.

Le sue coreografie sono eseguite da prestigiose compagnie in tutto il mondo e interpretate da grandi artisti. Nella sua lunga carriera di coreografo ha inoltre lavorato a fianco di registi di fama mondiale come Franco Zeffirelli, Pierluigi Pizzi, David Pountney Hans Neuenfels, Roberto De Simone per citarne alcuni, firmando la regia di Carmen, La Traviata, Faust, I Vespri Siciliani, Cavalleria rusticana, La Vedova Allegra e Il Pipistrello.

Tra i suoi lavori si contano anche numerose coreografie per il Concerto di Capodanno di Vienna, l’ultima quella del 2017. Il maestro ricorda particolarmente quella del 2010 creata per Eleonora Abbagnato con i costumi di Valentino.  

Sin dall’inizio delle sue attività artistiche, ha seguito con grande sensibilità il settore educativo, ispiratore dei suoi primi lavori,e collabora da vent’anni a livello internazionale con progetti legati alla danza inclusiva specializzandosi in persone con sindrome di down.  

Nel 2001 la Repubblica austriaca l’ha onorato con la Croce d’Onore per la Scienza e l’Arte per le sue attività artistiche e impegno sociale all’Opera di Vienna, e nel 2012 con il titolo onorifico di professore dal Presidente della Repubblica Austriaca Dott. Heinz Fischer.

 

10/08/2020

la redazione di D&D

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

"Paradigma" al posto di "Jewels" con due entrate in repertorio

la pandemia costringe il Bayerisches Staatsballet a cambi di programma

sunyata_cook_ryzhkova_480.jpg

MONACO DI BAVIERA Il Bayerisches Staatsballett annuncia un cambio di programma per novembre. Niente Jewels di Balanchine,  come anticipato, a causa della instabile situazione Covid e delle norme di sicurezza messe in campo per la tutela dei danzatori. Andrà però in scena Paradigma, un  trittico con due nuove acquisizioni per il repertorio a firma Wayne McGregor, Sharon Eyal/ Gai Behar e Liam Scarlett.

Continua a leggere...

>

News

Si sogna a Padova

Diciassettesima edizione del Festival curato da Gabriella Furlan Malvezzi

hotelcortemarchesinipadova.jpg

PADOVA Edizione numero 17 per la rassegna di danza curata da Gabriella Furlan Malvezzi per La Sfera Danza. Ecco il cartellone degli appuntamenti.

Continua a leggere...

>

News

Alla Lavanderia a Vapore residenze in resilienza

Si riprende il lavoro di ricerca nel centro piemontese

unnamed_1_.jpg

TORINO Alla Lavanderia a Vapore di Collegno si prepara il futuro, prossimo e anteriore, con le residenze artistiche che vedono tornare nuovamente dance makers italiani e stranieri.

Continua a leggere...

>