Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

read Danza e Danza International read Danza e Danza International read Danza e Danza International

News

AreaDanza: decima edizione

Urban dance festival firmato Arearea

09_delle_pieghe_della_carne_arearea.jpg

UDINE Un nuovo inizio, dopo l’emergenza COVID-19, ma anche un giro di boa importante: AreaDanza, infatti, quest’anno “compie” 10 anni e festeggia con tre appuntamenti (il 25 luglio a Udine, il 1° agosto a Venzone, il 2 agosto a Palmanova), sostenuti dalla Regione Fvg e MiBACT.

L’anima del festival risiede, da sempre, nell’innovare le modalità di fruizione della danza, inserendo il gesto e la tensione artistica nelle radici delle città contemporanee e, per questa eccezionale edizione, nel riabitare gli spazi della città, con arte e danza, dopo i controversi mesi di lockdown. La danza site specific è una cifra stilistica per la Compagnia udinese che, da molti anni, cala e integra nel paesaggio urbano un gesto di libertà e trasgressione facilitando lo spettatore a un approccio più emotivo e più intimo tra le architetture di spazi e corpi.

L’urban dance festival esordirà anche quest’anno nel capoluogo friulano, il 25 luglio, con una prima assoluta, coreografata da Roberto Cocconi, e organizzata in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del Fvg: Noi siamo il Tricheco…, primo capitolo di una trilogia sulla musica della contestazione. I danzatori (Mattia Cason, Irene Ferrara, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Daniele Palmeri, Marco Pericoli, Andrea Rizzo, Carolina Alessandra Valentini) daranno vita a un luogo magico della città: i giardini Ricasoli. Per ciascuna delle sette repliche in programma - alle ore 10, 11, 16, 17, 18, 19, 20 - l’ingresso  sarà consentito a massimo 15 persone che dovranno obbligatoriamente prenotare il proprio posto al 3457680258. La rappresentazione itinerante si sposterà poi a Venzone (il 1° agosto, ore 18, nella piazza del Municipio, ingresso gratuito) e Palmanova (il 2 agosto, ore 19, in piazza Grande, ingresso gratuito).

«Sarà un'edizione “rock” - ha spiegato Bevilacqua - nello spirito che vogliamo comunicare al pubblico. Per noi la danza è libertà, divertimento, gioco».

Elementi a cui la Compagnia non ha voluto rinunciare nemmeno quest’anno, nonostante il distanziamento fisico tra i danzatori dovuto all’emergenza. Il cartellone 2020 prevedrà anche “un’incursione danzante”, #DISTANTIMASQUADRA, il 25 luglio in piazza San Giacomo (ingresso gratuito), ore 12 e in replica alle 21, sulle coreografie di Marta Bevilacqua, Valentina Saggin e Anna Savanelli e per l’interpretazione di Arearea e delle 10 allieve del corso di alta formazione. L’appuntamento si ripeterà anche nei giorni seguenti a Venzone (ore 19) e a Palmanova (ore 20) dove sono in programma anche altri due spettacoli. Nel borgo fortificato trecentesco, ore 17, La strega dell'acqua e il bambino di ciccia, rappresentazione per bambini e famiglie (produzione Ortoteatro) a ingresso gratuito. Nella città stellata, invece, grandi e piccini potranno assistere a C'era una volta un bambino (produzione CTA di Gorizia), sempre free entry.

23/07/2020

la redazione di D&D

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Quattro autori per quattro danze a Torinodanza

Piccoli format a cura di nomi internazionali

09_ap_15_andreas_greiner_napp_1597.jpg

TORINO Al festival Torinodanza 2020 venerdì 18 e sabato 19 alle Fonderie Limone di Moncalieri va in scena una serata mixed bill appositamente concepita per il cartellone della manifestazione.  

Continua a leggere...

>