Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

read Danza e Danza International read Danza e Danza International read Danza e Danza International

News

Pennini amazzone fetish per Enzo Cosimi

In Pentesilea Ultras in prima a Ferrara

dialogo_secondo_pentesilea_ultras_ph_enzo_cosimi.jpg.jpg

FERRARA Per la rassegna “Danza Contemporanea 2019”, va in scena al Teatro Comunale giovedì 12 la prima nazionale di Pentesilea Ultras, nuova creazione di Enzo Cosimi per CollettivO CineticO.

Frutto di un progetto pluriennale che vede l'ensemble capitanato da Francesca Pennini confrontarsi con artisti di spicco della scena contemporanea - del 2018 il primo dialogo Impatiens noli tangere del coreografo israeliano Sharon Fridman - questo secondo progetto vede i corpi peculiari, sportivi e sgrammaticati di CollettivO CineticO adattarsi Al segno coreografico di Enzo Cosimi.

«Questo spettacolo è una radicale reinvenzione del mito della regina delle Amazzoni di Heinrich Von Kleist, opera aliena, febbrile e iconoclasta, che mi è sembrata la giusta ispirazione per un gruppo così carico di furore come il Collettivo Cinetico - spiega il coreografo romano, - In Pentesilea costruisco l'azione teatrale attraverso i codici del desiderio sadomasochista, con un generoso utilizzo di oggetti legati alla scena fetish. Abiti da business man con accessori di pelle, gagging ball e frustini che immersi in un paesaggio rarefatto e glamour diventano elementi disturbanti». La scrittura coreografica unisce qui testo, visione, azione performativa e si concretizza in una drammaturgia complessa

Due gli appuntamenti di approfondimento: giovedì 12 alle ore 17 al Ridotto del Teatro Maria Paola Zedda,  storica collaboratrice di Enzo Cosimi presenta il libro Una conversazione quasi angelica, appena pubblicato per Editoria e Spettacolo. Dieci fotografie di interni domestici che scandiscono il ritratto del coreografo, tracciando le linee di un percorso tra le coreografie che hanno segnato la sua carriera artistica (da Calore a Estasi, da La stanza di Aldo a Hallo Kitty!, da Roma a Glitter in my tears – Agamennone) tra le sue collaborazioni ma anche tra le sue esperienze personali e private. Zone di luci e ombre, paesaggi casalinghi, esperienze oltre i confini tra le quali il lettore è invitato a perdersi per individuare quella lieve scintilla da cui nascono pratiche e visioni.

La sera stessa, al termine dello spettacolo Maria Paola Zedda curerà l'incontro della compagnia con il pubblico.


 

10/12/2019

D&D

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Abbagnato. Carta Bianca per l'addio all'Opéra

Annunciato programma e data dello spettacolo d'addio

la_dame_aux_camelias_10_decembre_2018_2_1024x791.jpg

PARIGI. Aveva dovuto rinunciare alla serata d'onore dello scorso dicembre per salutare l'Opéra. Ora però Eleonora Abbagnato ha un'altra data tutta per lei e la sua giornata degli addii.

continua a leggere...

>

News

Al via a Milano il progetto theWorkRoom_PER CHI CREA

Fino al 2 febbraio in residenza Marco D'Agostin

best_regards_1.png

Al via il progetto di residenze artistiche Under35 theWorkRoom_PER CHI CREA, promosso da Fattoria Vittadini con il sostegno del MiBAC e di SIAE nell’ambito del programma “Per Chi Crea”. In sala sino al 2 febbraio Marco D’Agostin con un personale ricordo di Nigel Charnok, suo mentore. 

Continua a leggere...

>

Pro e contro

Berlino: dopo soli due anni lo Staatsballett resta senza guida

Ohmann torna in Svezia. Waltz da sola non resta al timone

blogslider_waltz_hmann2.jpg

BERLINO. La loro nomina era stata segnata da polemiche. Poi sono arrivati i consensi della critica e del pubblico, soprattutto per la programmazione articolata e stimolante. Ora il nuovo colpo di scena. E adesso?

continua a leggere...

>

News

Arduino e Coviello raccontano "Sylvia" di Legris

La produzione della Scala vincitrice del Premio D&D 2019 "spettacolo classico"

sylvia_martina_arduino_claudio_coviello_ph_brescia_e_amisano_teatro_alla_scala_3_.jpg

"Sylvia" Premio Danza&Danza 2019 "spettacolo classico" in video con i protagonisti Martina Arduino e Claudio Coviello. Regia di Francesca Pedroni.

Guarda il video...

>