decathlon 2019
decathlon 2019

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

New York City Ballet.Stafford con Whelan i nuovi responsabili

Dopo la crisi aperta dall'allontanamento di Martins

jonathan_stafford_and_wendy_whelan_nycballet.jpg

NEW YORK- È Jonathan Stafford il nuovo direttore artistico del New York City Ballet e della School of American Ballet. Già impegnato da dicembre 2017 tra il gruppo-guida ad interim delle due istituzioni, Stafford assume la nuova posizione con effetto immediato. Ad assisterlo come timoniere dell' ensemble da metà marzo vi sarà Wendy Whelan, tra le danzatrici più rappresentative della recenti stagioni del NYCB in qualità di direttore artistico associato.

“Per me non esistono istituzioni più preziose del NYCB e della SAB- dichiara Stafford che continuando afferma- la mia storia con la compagnia e la scuola è iniziata nel 1996 e ogni anno
trascorso insieme mi ha fatto crescere come persona e come artista. Ho sviluppato un profondo apprezzamento per le due organizzazioni, i loro doveri verso Balanchine, Kirstein e Robbins, così come verso le persone, passate e presenti, che ne hanno fatto parte. Sono felice di esserne il direttore artistico e di collaborare con Wendy Whelan”.

Con più 450 impiegati, tra cui più di novanta ballerini e sessantadue strumentisti della New York City Ballet Orchestra oltre al David H. Koch Theater da gestire al Lincoln Center, il grande impero fondato da Balanchine muove ora un budget annuale di circa 88 milioni di dollari per il quale si è
reso necessario, secondo il consiglio di ;amministrazione dell' ente, sviluppare una nuova forma dirigenziale bipartita.

Stafford, maître e con alle spalle una carriera da principal dancer nella compagnia, insieme al direttore esecutivo supervisionerà tutti i comparti artistici della formazione continuando a tenerne le lezioni e a prepararne i balletti perl' andata in scena.

Whelan, impegnata dopo il suo ritiro dalle scene in diversi progetti multidisciplinari, rientra adesso in compagnia con il compito di ideare la programmazione annuale delle stagioni,
commissionare nuove creazioni a coreografi, musicisti e altri artisti, oltre che lavorare in sala come coach creativa con i ballerini.

“Questo incarico rappresenta un ritorno a casa, non posso che essere felice di ritornare al New York
City Ballet – ha dichiarato – sento come un forte bisogno personale di essere qui e condividere tutto quello che ho da offrire per instillare una crescita positiva e un cambiamento alla
compagnia. Esserne stata un modello durante la mia carriera di danzatrice e adesso avere
l' opportunità di contribuirne alla direzione mi rende felice. L'importanza di quello che il mio incarico rappresenta per tutte le danzatrici, e per tutte le donne, è fondamentale per me. È giunto adesso il momento del cambiamento per il NYCB e sono felice di introdurlo insieme a Jonathan Stafford”.

Annunciato inoltre un nuovo incarico per Justin Peck. Prossimo al ritiro come danzatore solista al termine delle rappresentazioni in giugno, Peck già “coreografo residente” della compagnia assume adesso anche la posizione di “consigliere artistico”, coadiuvando così entrambi i direttori per le scelte relative alla programmazione e alle nuove commissioni coreografiche.

28/02/2019

Carmelo A. Zapparrata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Un nuovo nome per una storica rassegna sarda

Da ieri fino a metà ottobre a Sassari e Sannori

artemis_danza_omaggio_a_pina_bausch.jpg

SASSARI. Da ora in poi Corpi in movimento si chiamerà Festival della danza d'autore. A Sassari fino al 19 ottobre spettacoli e incontri.

continua a leggere...

>

News

Bombana firma le danze della Notte della Taranta

La celebre manifestazione di Melpignano anche sulla Rai

taranta.jpg

MELPIGNANO. La Notte della Taranta dà grande spazio alla danza, quest'anno affidata alla fantasia coreografica di Davide Bombana.

continua a leggere...

>