Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Per Carmen Bubenicek rilegge Merimée

Nella nuova creazione in due atti per l'Opera di Roma

bubeni_ek_ramasar_don_jose_cocino_garcia_bianchi_carmen_rezza_lucas_in_carmen_di_bubeni_ek_yasuko_kageyama_web.jpg

 

ROMA. Anche il Balletto dell'Opera inizia il 2019 con una novità assoluta. Si tratta di una nuova produzione dedicata a Carmen, in scena dal 2 al 10 febbraio,  per l'occasione affidata al ballerino e coreografo ceco Jiří Bubeníček, qui al suo debutto come autore per una compagnia italiana.

Noto in tutto il mondo per la sua personalissima capacità interpretativa, per aver vinto diversi premi tra cui il Benois de la Danse, Bubenicek è da qalche tempo competamente dedto alla coreografia per la quale riscuote molti apprezzamenti in Europa e in Giappone.

La sua Carmen nasce da un ritorno alle origini letterarie di questa storia di passione, di gelosia e di morte con la quale si sono misurati i più grandi coreografi di fama internazionale: la novella di Prosper Mérimée (1845) con i suoi protagonisti. Il racconto si differenzia dall’Opera di Bizet e come è noto non annovera tra i personaggi quelli di Escamillo, qui sostituito da Lucas e quello di Micaela la donna-angelo, contraltare di Carmen donna-diavolo. È invece qui presente la figura di Garcia, il marito di Carmen.

La versione Bubeníček è caratterizzata dalla durata del balletto che è in due atti, e dalla musica che oltre alle note di Georges Bizet, si avvale di quelle di Manuel de Falla, Isaac Albéniz, Mario Castelnuovo-Tedesco e del maestro compositore Gabriele Bonolis. che ha elaborato e orchestrato tutte le partiture musicali per ottenere una omogenea versione musicale.

La scenografia di Gianni Carluccio costituisce un luogo che permette protagonisti della storia e al pubblico di viaggiare in un tempo narrativo fatto di flashback e flashforward supportati da proiezioni e disegni di luce curati dallo stesso, e definiti insieme al coreografo. Infine questa nuova creazione è sostanziata da un linguaggio di movimento molto personale, alquanto istintivo e profondamente autoriale. I costumi sono di Anna Biagiotti.

Carmen  è interpretata dalla étoile Rebecca Bianchi, e dalla prima ballerina Susanna Salvi. Don José dall’artista ospite Amar Ramasar e dal primo ballerino Claudio Cocino. Lucas è interpretato dal primo ballerino Alessio Rezza e dal solista Michele Satriano. Il personaggio di Garcia è interpretato dal primo ballerino Claudio Cocino e dal ballerino Gaetan Vermeulen. Dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma il Maestro Louis Lohraseb.


Nella foto di Yasuko Kageyama Jiri Bubenicek e il cast della prima

 

 

29/01/2019

D&D

Stampa l'articolo Torna indietro

News

The White Crow. Il Nureyev di Ralph Fiennes

Il film sulla fuga di Nureyev in distribuzione dal 25 luglio

fiennes.jpg

Già nelle sale europee, arriverà solo in piena estate in Italia The white crow, il film che Ralph Fiennes ha dedicato alla fuga in esilio di Nureyev, che è molto piaciuto all'anteprima del Torino Film Festival.

Continua a leggere...

>

News

A Londra e Mosca brillano gli scaligeri

Due inviti eccellenti per il Ballo milanese

nicoletta_manni_timofej_andrijashenko_ph_brescia_e_amisano_teatro_alla_scala_k65a0714_x.jpg

MILANO Lo stesso giorno su due palcoscenici leggendari per il balletto mondiale due giovani stelle milanesi danzano accanto a compagnie prestigiose.

Continua a leggere...

>

News

15 nuovi autori selezionati per la "Vetrina"

Saranno in scena a Ravenna dal 12 al 14 settembre

sguotti2piero_tauro.jpg

RAVENNA Ecco le selezioni alla prossima Vetrina Giovane Danza d'Autore del Network Anticorpi XL: 15 creazione saranno ospiti a Ravenna dal 12 al 14 settembre.

Continua a leggere...

>