decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Monaco Dance Forum.La grande danza internazionale va in Riviera

Un ventaglio di proposte in tutte le direzioni della danza di oggi

img_1448.jpg

MONTE-CARLO  L'appuntamento tradizionale con il Monaco Dance Forum consente al pubblico della Riviera e agli appassionati provenienti da tutta Europa di vedere un ventaglio di artisti, coreografi e visioni teatrali ampio e eclettico. Così concepisce la programmazione il direttore Jean-Christophe Maillot, che nel Festival vede un'essenziale integrazione al suo lavoro di guida e creatore dei Ballets de Monte Carlo: nella diversità – dice-sta l'incredibile ricchezza creativa dell'arte coreografica di oggi.

E così al Monaco Dance Forum si propongono tutti i generi di danza- da vedere e da studiare anche con i workshop collaterali. L'edizione 2018, in partenza il 10 dicembre, è caratterizzata proprio dall'idea di dialogo e commistione e si apre con lo strepitoso Akash Odedra, danzatore angloindiano di carismatica presenza, che con il suo acclamato show Rising, affidato a tre autori del calibro di Akram Khan, Sidi Larbi Cherkaoui e Russell Maliphant (cui aggiunge un suo assolo in Kathak) dimostra chiaramente lo spirito che pervade la manifestazione monegasca e un prezioso trend dell'attuale danza mondiale, in cui l'integrazione e la fusione di culture diverse è arricchimento.

Il 12 dicembre arriva The Great Tamer con cui Dimitris Papaioannou si è definitivamente collocato ai vertici dell'attuale scena teatrale europea, mentre il 13 ecco l'altro enfant gaté del teatrodanza di oggi, Marcos Morau. Che con la Veronal si unisce alla compagnia basca Kukai Dantza per Oskara, un'esplorazione poetica sulla forte radice culturale del gruppo basco e la visionarietà surrealista del gruppo catalano.

Gli appuntamenti del MDF si chiudono con il poderoso Grand Finale di Hofesh Shechter (14 dicembre) e Noé del Ballet de Biarritz di Thierry Malandain (15-16 dicembre), che per questo spettacolo si è meritato la nomination ai Benois de la Danse 2018.

Anche i Ballets de Monte Carlo si riservano una apparizione al Festival, subito prima della tournée alla Fenice di Venezia 8 dove dal 12 dicembre danzeranno Roméo et Juliette). L'occasione è il nuovo programma di creazioni dedicate all'intramontabile Nijinsky e al suo mito. Maillot ha chiesto a coreografi diversi e significativi di dare la loro rilettura di Petroushka (novità di Johan Inger), Prélude a l'après-midi d'un faune (novità di Jeroen Verbruggen), Le spectre de la Rose (creato da Marco Goecke alcuni anni fa), mentre da parte sua ripropone Daphnis et Chloé. Lo spettacolo, nella cornice della Salle Garnier è in programma l'8 e 9 dicembre.

www.balletsdemontecarlo.com

 

 

05/12/2018

s.p.

Stampa l'articolo Torna indietro

News

In-Between, la mostra fotografica di Rita Antonioli

Alla Triennale dal 13 al 23 dicembre

mg_6834_ritaantonioli.jpg

MILANO Rita Antonioli ha sempre guardato al palcoscenico come al suo mondo d’elezione. Dopo aver esplorato la scena musicale in B-Side Music Portraits (prefazione di Patti Smith), una collezione di ritratti dei più importanti artisti internazionali, Antonioli ha deciso negli ultimi due anni di indagare c i personaggi che animano le stagioni di Triennale Teatro dell’Arte: registi, attori, coreografi e danzatori. Da stasera in mostra, opening alle h. 18.

Continua a leggere...

 

 

>

News

Un grande albero per Schiaccianoci

La versione di George Balanchine approda alla Scala

george_balanchine_s_the_nutcracker_bozzetto_di_una_scena_di_margherita_palli_copia.jpg

MILANO Per la prima volta in Italia, Lo Schiaccianoci di George Balanchine entra nel repertorio del Balletto del Teatro alla Scala, inaugurando la stagione 2018/2019. Dal 16 dicembre al 15 gennaio, undici recite del capolavoro natalizio del maestro russo-americano dedicato all'infanzia che vede in scena oltre al Corpo di ballo 61 piccoli allievi dell'Accademia della Scala.

Continua a leggere...

>

News

La Magnifica fabbrica: 240 anni di Teatro alla Scala

Una bella mostra al Museo della Scala fino al 30 aprile

dsc05668_museo_teatrale_alla_scala_cr_andrea_martiradonna.jpg

MILANO Ha aperto il 4 dicembre (visitabile fino al 30 aprile) la mostra “La magnifica fabbrica – 240 anni del Teatro alla Scala da Piermarini a Botta” a cura di Fulvio Irace e Pierluigi Panza al Museo Teatrale e nel Ridotto dei Palchi.

Continua a leggere...

>

News

Dance: The Art of Movement

Il calendario più fashion dedicato alla danza

51ahyksd7gl._sy498_bo1_204_203_200_.jpg

Cerchi un regalo superfashion per Natale? Per tutti gli appassionati il pensiero più bello è il calendario 2019 firmato da New York Dance Project contenente i magnifici scatti ai più grandi danzatori internazionali di Deborah Ori e Ken Browar.

Continua a leggere...

>