Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Torna la danza al Comunale di Bologna

Quattro titoli con musica dal vivo per la nuova stagione

4_amore_s_zakharova_francesca_da_rimini_foto_di_pierluigi_abbondanza_copia_copia_copia.jpg

BOLOGNA Dopo trent'anni il Teatro Comunale ritorna a scommettere sull'arte della danza, presentando una stagione autonoma dal calibro internazionale. Quattro titoli, tre dei quali con musica dal vivo, vedranno nel 2019 per otto serate succedersi sul palcoscenico del Bibiena acclamati artisti provenienti da Russia e Francia insieme a importanti realtà italiane, sia classiche che contemporanee.

Primo atto del nuovo corso del sovrintendente Fulvio Macciardi, la stagione di danza è stata plasmata in sinergia con Vittoria Cappelli, in veste di consulente, e l'ATER-Associazione dei Teatri dell'Emilia-Romagna diretta da Roberto Giovanardi.

L'inaugurazione della stagione è fissata per febbraio con Svetlana Zakharova, in scena insieme ai Principals Denis Rodkin e Mikhail Lobukhin e ad altri Solisti del Teatro Bolshoi di Mosca. Accompagnata dall'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Pavel Sorokin, la diva si esibirà in Amore (27-28 febbraio), trittico nato come suo personale omaggio all'Italia. Su coreografie di Yuri Possokhov per Francesca da Rimini, di Patrick De Bana per Rain before it falls e di Marguerite Donlon per Strokes through the tail, l'étoile del Bolshoi e della Scala attraversa qui con maestria diversi stati d'animo, ispirata dalle note di Čajkovskij, Bach e Mozart.

Il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli sarà poi in scena ne Il Lago dei Cigni( 5-6 aprile). Accompagnato dall'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Aleksej Baklan, l'ensemble guidato da Giuseppe Picone presenta qui il capolavoro ottocentesco di Petipa-Ivanov nella versione di Ricardo Nuñez, appositamente creata per l'istituzione partenopea. Come protagonisti saranno impegnati la principaldel Dutch National Ballet Maia Mikhateli e il solista di casa Alessandro Staiano, già vincitore del “Premio Danza&Danza”.

Il Ballet de Nice Méditerranée diretto da Eric Vu-An (11-12 maggio), proporrà invece tre titoli del Novecento spaziando dalla celebre L'Arlésiennedi Roland Petit su musiche di Bizet alle note di Rachmaninov per i Three Preludes di Ben Stevenson per poi chiudere con Piazzolla nei 5 Tangos del maestro olandese Hans van Manen.

Il quadro si chiude con il contemporaneo tellurico della siciliana Zappalà Danza in Instrument Jam (24-25 settembre). Presentato lo scorso anno in prima assoluta al Théâtre National Tunisien, questo spettacolo ingloba tre differenti titoli tra quelli di maggior successo firmati dal catanese Roberto Zappalà, sviluppandosi grazie alle sonorità eseguite dal vivo di particolari strumenti musicali, come: lo scacciapensieri di Puccio Castrogiovanni, l'hang di Marco Selvaggio e i tamburi di Arnaldo Vacca.

www.tcbo.it

 

Nella foto Svetlana Zakharova in "Amore"

07/11/2018

Carmelo A. Zapparrata

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Sharon Eyal in Emilia con "OCD Love" e "Love Chapter 2"

2_ocd_love_photo_by_regina_brocke.jpg
FERRARA La Stagione di danza del Teatro Comunale di Ferrara si chiude con un appuntamento davvero particolare, che congiunge idealmente i teatri di Ferrara e Modena, le due città che per la prima volta ospitano in Emilia Romagna Sharon Eyal, riconosciuta nel panorama internazionale come una delle più sorprendenti e inventive coreografe del giorno d'oggi. Il 24 marzo al Comunale di Ferrara con ODC Love e il 26 marzo al Pavarotti di Modena con il sequel "Love Chapter 2".
 
Continua a leggere...
 

 

>

News

La Butterfly in danza con Monica Casadei

Prima nazionale al Verdi di Pisa il 29 marzo

butterfly_colori_proibiti_ph_vincenzo_cerati.jpg

PISA La danza appassionata e sensibile di Monica Casadei torna in scena al Verdi con la prima italina di Butterfly colori proibiti interpreato da Artemis Danza, venerdì 29 marzo ore 21.

Continua a leggere...

 

>

Pro e contro

La Danza Italiana. Materia di convegno

All'Università di Bologna dal 28 al 30 marzo

auditjpg.jpg

BOLOGNA Annunciato a suo tempo è ora pronto in dettaglio il programma del convegno La Danza in Italia nel Novecento e oltre curato da Elena Cervellati e Giulia Taddeo dell'Università di Bologna. Artisti, docenti universitari, studiosi, critici e operatori di tutta Italia e oltre in una tre giorni per delineare le linee, le criticità, le potenzialità e unicità dell'arte come si è espressa dal Novecento ad oggi nel nostro Paese.

Continua  a leggere...

>

Pro e contro

"Act of mercy" di Antonello Tudisco

_dsc2514_copy.jpg

NAPOLI Per la stagione “Stabile Danza” del Teatro Mercadante, il coreografo Antonello Tudisco. di Interno5, mette in scena un lavoro sulla ricerca della pietà nel tempo presente: "Act of mercy".

Continua a leggere...

 

>