decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Ouverture a Museion per Bolzano Danza: "Argon" di Fabrizio Favale

Giovedì 12 luglio al Museo d'arte contemporanea di Bolzano

598816969_780x439.jpg

BOLZANO Un’isola vulcanica del Mar Egeo, un’isola di sabbia del mare del Nord e il sottosuolo del più grande laboratorio di fisica delle particelle d’Europa: potenti paesaggi in cui si intuisce che qualcosa sta per accadere, qualcosa che arde dall’interno, come sulle pendici d’un vulcano greco, o come subito prima d’un bacio. Sono queste le atmosfere dei tre video del collettivo di artisti ZimmerFrei, che faranno da contraltare immaginativo alle coreografie di Fabrizio Favale, danzatore e coreografo, in “Argon”.

La nuova produzione Bolzano Danza/Museion inaugura giovedì 12 luglio la 34° edizione del Festival. Per la serata inaugurale è previsto un artist talk con gli artisti, Frida Carazzato (Museion) e Michele di Stefano, guest curator eventi Outdoor Bolzano Danza. Segue, dalle ore 22 alle ore 23.30, la proiezione e performance di danza. Argon è concepito in tre capitoli, gli appuntamenti successivi sono in programma il 19 e il 24 luglio, dalle ore 22-23.30.

Argon prende il nome dal gas che costituisce l’atmosfera terrestre utilizzato anche per l’incandescenza delle lampadine. Come spiega Fabrizio Favale: “Questo lavoro composto da tre capitoli parte da un'idea di articolazione dei concetti di stato della materia - aeriforme, solido, liquido, plasma - e ne traccia i contorni in nuove derive d’invenzione, fino ad approdare in paesaggi dell'immaginario dove si intravedono profili, creature, uomini, storie.”

I tre capitoli sono in stretto rapporto con i tre diversi video di ZimmerFrei – le immagini dei diversi paesaggi sono l’ambiente luminoso che accoglie la coreografia. Favale utilizza e amplifica le variazioni e intensità di luce e colore dei video con l’uso di nebbia artificiale, dando principio così a rivelazioni ambientali, immaginari di mondi inesistenti, in cui la danza procede “come un cielo montano o densità di foresta, attraversando brani dalle alte intensità dinamiche e energetiche, fino quasi a dissolversi nella leggerezza e rarefazione”. I movimenti sono stati creati insieme ai danzatori “ricercando linguaggi inventati come in un ipotetico dialogo con forme non umane dell'esistente”.

La luce della facciata, la verticalità e la fluidità dell’architettura di Museion sono così utilizzate e ricalcate in una sofisticata relazione di interscambio tra spazio e materia, che è completata dai manufatti del duo First Rose: strutture aeree sospese a mezz’aria all’interno di Museion, ma anche attrezzature tecniche in continuo movimento.

11/07/2018

la redazione

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Danza Made in Puglia alla conquista degli USA

Al Festival Great Friends Dance di Newport

photo_david_lee_black.jpg

NEWPORT. Danza italiana d'esportazione con l'esperienza della pugliese Simona De Tullio guest al festival americano con la sua compagnia.

continua a leggere...

>

News

L'utopia di Sieni si riprende la periferia di Firenze

Con la manifestazione Nuovi Cantieri Culturali Isolotto

_2._nuovi_cantieri_culturali_isolotto.jpg

FIRENZE. Da oggi a domenica il popoloso quartiere periferico della città toscana diventa un vivace centro di eventi e iniziative sociali e poetiche nel nome del gesto.

continua a leggere...

>

News

Dunja Jocic: viaggio nelle relazioni claustrofobie e travolgenti

"Don't talk to me me in my sleep" al Teatro Vascello di Roma e a Bolzano Danza

dunja_jocic_don_t_talk_to_me_in_my_sleep_photostill.png

ROMA Coreografa serba attiva in Olanda, Dunja Jocic con il suo lavoro di successo Don’t talk to me in my sleep, premiato al Noorderzon Festival 2015, approda per la prima volta in Italia. Al Vascello di Roma il 18 luglio e a Bolzano Danza il 20.

Continua a leggere...

>

News

Anne Teresa de Keersmaeker si dà al musical

Firmerà a Browadway le danze di una nuova edizione di West Side Story

224px_west_side_story_at_palace_theatre_in_broadway.jpg

NEW YORK. Debutterà nel febbraio 2020 la muova edizione del celebre show di Berstein e Robbins con coreografie e regia totalmente rinnovati.

continua a leggere...

>