decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

#Vertigine, un nuovo festival trans-frontaliero sulla montagna

A Bardonecchia, Pragelato, Torino la danza racconta la montagna dal 12 luglio

rencontres_avalanche_marco_dagostin_foto_di_roberta_segata.jpg

TORINO  #VERTIGINE è la prima tappa italiana del progetto triennale transfrontaliero, sviluppato fra Torino e Chambéry dedicato alla danza e alla montagna.

Sostenuto dal programma europeo ALCOTRA (Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera), Corpo Links Cluster, cappello sotto il quale Espace Malraux - Scène Nationale de Chambéry et de la Savoie (capofila), Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale / Torinodanza festival, Associazione Dislivelli di Torino e Université Savoie Mont Blanc stanno lavorando da un anno per costruire un nuovo modo di valorizzare il territorio attraverso l’innovazione culturale e creare un collegamento tra Italia e Francia attraverso le valli del Moncenisio.

La Val di Susa e la Val Chisone sono al centro del lavoro di quest’anno e gli spettacoli presentati nascono nei territori di Bardonecchia e di Pragelato, luoghi fisici e ambienti creativi dove artisti, ricercatori e sportivi sono stati invitati a collaborare in modo inedito e multidisciplinare.

La montagna sarà al centro del confronto come ideale ambito di incontro tra contemporaneità e tradizione, tra istanze di conservazione ambientale e di innovazione identitaria. Gli abitanti del territorio transfrontaliero, in Francia come in Italia, sono accomunati infatti dalla pratica sportiva della montagna, un’ampia varietà di discipline basate sul mettere in gioco il proprio corpo. #VERTIGINE coinvolge atleti e artisti - simili per disciplina, passione e determinazione - nel dare vita a nuove produzioni artistiche, realizzate appositamente, ispirate a quella cultura propria di coloro che vivono la montagna, residenti e turisti.

#VERTIGINE coinvolge tre artisti: la danzatrice/acrobata francese Chloé Moglia, i coreografi italiani Michele Di Stefano con la sua compagnia mk e Marco D’Agostin che durante l’estate invadono le valli piemontesi per poi scendere a Torino e mostrare, nell’ambito di Torinodanza, il cammino percorso, i risultati raggiunti, le idee nate in altitudine, gli incontri vissuti durante le residenze.

La prima parte di #VERTIGINE è studio e avvicinamento degli artisti alla montagna e alle sue comunità: Michele Di Stefano e Marco D’Agostin, in residenza artistica a Bardonecchia e Pragelato, incontrano e coinvolgono gli atleti del Centro Olimpico del Fondo di Pragelato e personaggi come la storica guida alpina Alberto Re, affiancato dalla squadra del Soccorso Alpino di Bardonecchia, nonché la plurimedagliata campionessa di fondo Stefania Belmondo tracciano le basi delle nuove creazioni.

Dell’emozionante incontro fra Marco D’Agostin e il suo mito sportivo, Stefania Belmondo, sarà possibile vedere i primi risultati artistici nella restituzione pubblica a Casa Pragelato il 14 luglio alle ore 17, cui seguirà un dialogo con i due protagonisti. Il 28 luglio, sempre alle 17, ma in Piazza De Gasperi a Bardonecchia, l’anteprima di La Spire, mastodontica spirale metallica su cui lavorano la francese Chloé Moglia e altre quattro acrobate. Anche in questo caso allo spettacolo segue un incontro fra artista e sportivo, uniti dalla stessa passione: come per la Moglia infatti il coraggio e la determinazione sono le caratteristiche di Federica Mingolla, giovane ma già notissima arrampicatrice sportiva torinese. Il 4 agosto l’appuntamento - gratuito, come tutti quelli della prima parte di #VERTIGINE - è da non perdere: a Bardonecchia in Frazione Melezet, dopo una breve salita in seggiovia, si potrà assistere a Orografia una performance/installazione di Michele Di Stefano, Lorenzo Bianchi Hoesch e della compagnia mk, riadattata per la valle della Baita Chesal (spettacoli alle 17, 17.45 e 18.30).

Dal 12 al 14 ottobre, alle Fonderie Limone di Moncalieri, approda la seconda parte di #VERTIGINE.
Gli spazi delle Fonderie - in collaborazione con i molti partner del progetto - si trasformeranno in una vera cittadella della montagna, con possibilità di sperimentare l’arrampicata sportiva con gli istruttori del BSIDE e di partecipare ad incontri con esperti di montagna. La danzatrice/acrobata francese Chloé Moglia presenterà negli spazi esterni La Spire (13 e 14 ottobre - prima nazionale), i coreografi italiani Michele Di Stefano con la sua compagnia mk con Parete Nord (12 e 13 ottobre - prima nazionale) e il giovane Marco D’Agostin con First Love (12 e 14 ottobre - prima nazionale). Verranno inoltre organizzati due incontri fra artisti e sportivi: il primo il 13 ottobre con Michele Di Stefano, l’alpinista e filosofo della montagna Alessandro Gogna e la storica guida alpina Alberto Re e il secondo il 14 ottobre con Marco D’Agostin e Stefania Belmondo.

 

nella foto di Roberta Segata, Marco D'Agostin sulle montagne

08/07/2018

la redazione

Stampa l'articolo Torna indietro

News

In-Between, la mostra fotografica di Rita Antonioli

Alla Triennale dal 13 al 23 dicembre

mg_6834_ritaantonioli.jpg

MILANO Rita Antonioli ha sempre guardato al palcoscenico come al suo mondo d’elezione. Dopo aver esplorato la scena musicale in B-Side Music Portraits (prefazione di Patti Smith), una collezione di ritratti dei più importanti artisti internazionali, Antonioli ha deciso negli ultimi due anni di indagare c i personaggi che animano le stagioni di Triennale Teatro dell’Arte: registi, attori, coreografi e danzatori. Da stasera in mostra, opening alle h. 18.

Continua a leggere...

 

 

>

News

Un grande albero per Schiaccianoci

La versione di George Balanchine approda alla Scala

george_balanchine_s_the_nutcracker_bozzetto_di_una_scena_di_margherita_palli_copia.jpg

MILANO Per la prima volta in Italia, Lo Schiaccianoci di George Balanchine entra nel repertorio del Balletto del Teatro alla Scala, inaugurando la stagione 2018/2019. Dal 16 dicembre al 15 gennaio, undici recite del capolavoro natalizio del maestro russo-americano dedicato all'infanzia che vede in scena oltre al Corpo di ballo 61 piccoli allievi dell'Accademia della Scala.

Continua a leggere...

>

News

La Magnifica fabbrica: 240 anni di Teatro alla Scala

Una bella mostra al Museo della Scala fino al 30 aprile

dsc05668_museo_teatrale_alla_scala_cr_andrea_martiradonna.jpg

MILANO Ha aperto il 4 dicembre (visitabile fino al 30 aprile) la mostra “La magnifica fabbrica – 240 anni del Teatro alla Scala da Piermarini a Botta” a cura di Fulvio Irace e Pierluigi Panza al Museo Teatrale e nel Ridotto dei Palchi.

Continua a leggere...

>

News

Dance: The Art of Movement

Il calendario più fashion dedicato alla danza

51ahyksd7gl._sy498_bo1_204_203_200_.jpg

Cerchi un regalo superfashion per Natale? Per tutti gli appassionati il pensiero più bello è il calendario 2019 firmato da New York Dance Project contenente i magnifici scatti ai più grandi danzatori internazionali di Deborah Ori e Ken Browar.

Continua a leggere...

>