decathlon 2019
decathlon 2019

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Shop

quante posizioni Yoga conosci?

Danza&Danza ha testato la nuova linea Domyos

8_8505444cc_tci_scene_001_000_expires_on_13_12_2021_1_.jpg

MILANO - Si è tenuto ieri al City Zen un pomeriggio di test prodotto della nuova collezione Decathlon dedicata alla Yoga Dinamico by Domyos. L'abbiamo provata per voi e la promuoviamo a pieni voti. La collezione strizza l'occhio alla moda: accanto ai classici nero e blu notte si può scegliere tra rosa, malva, azzurro, bianco, grigio e creare il look più adatto a ciascuno o al proprio umore del momento. Moltissimi capi sono inoltre reversibili permettendo un utilizzo pressochè illimitato.

Ma l'aspetto che più ci ha colpito è la qualità: tutti i capi sono realizzati in tessuti morbidi, elasticizzati ed eco-compatibili (ampio spazio al cotone biologico nella collezione Yoga Soft). In particolare abbiamo testato leggings, top e canotta della linea 500 seamless: l'assenza di cuciture fa si che diventino una vera e propria seconda pelle, così durante la pratica dello yoga la concentrazione resta sulle Asana e non su ciò che si indossa, come è giusto che sia!

Vi invitiamo a scoprire la collezione completa sul sito Decathlon

18/05/2018

la redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Esami con lode all'Accademia della Scala

Venti diplomati con ottimi voti

foto_diplomati1.jpg

MILANO Si è concluso l'anno accademico con i tradizionali esami di fine corso. Venti i diplomati di quest'anno.

continua a leggere...

>

News

A Matera artisti e filosofi alla ricerca del Petrolio

Un progetto culturale sull'uomo del nuovo millennio

matera.jpg

MATERA In occasione delle celebrazioni per la Capitale Europea della Cultura Matera ospita un articolato progetto di arte e pensiero con molti coregrafi e performer.

Continua a leggere...

>

News

Tanti debutti per il ritorno della Bella

Alla Scala il balletto dei balletti dal 26 giugno

la_bella_addormentata_nel_bosco.jpg

MILANO Molti debutti per il ritorno del capolavoro del balletto classico nella versione di Nureyev che nacque proprio alla Scala nel 1966.

Continua a leggere...

>