Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Festa di compleanno per il caro amico Egon

La Gauthier Dance Company celebra il leggendario Egon Madsen

don_q._4_foto_regina_brocke.jpg

STOCCARDA. Nome leggendario del leggendario Stuttgart Ballet Miracle, che ha contribuito a creare insieme a Marcia Haydée, Birgit Keil e Richard Cragun, il danese Egon Madsen è entrato nei libri di storia della danza come interprete di straordinaria forza teatrale. 
Creatore di ruoli come il romantico Lensky (Onegin), il buffo Gremio ( Bisbetica Domata) poi il folle Joker in Jeu de Cartes per John Cranko, è stato il primo Armand di Die Kameliendame di Neumeier, ma anche uno struggente Pierrot Lunaire per Glen Tetley.
Una carriera bellissima, la sua e interminabile. Perchè è stato direttore di compagnie ( Frankfurt Ballet e MaggioDanza tra queste) e over 40 è tornato sulle scene con il NDT3, ma soprattutto con Eric Gauthier con il quale ha stretto un sodalizio artistico e umano contrassegnato da collaborazioni e spettacoli nei quali l'artista ha messo a disposizione la sua arte e umanità teatrale.


Per celebrare i settantacinque anni di Madsen, quindi, la Gauthier Dance Company ha organizzato il 25 maggio alla Theaterhaus Stuttgart una festa di compleanno in cui il grande artista sarà omaggiato in una serata di gala dove andranno in scena delle piéces d'occasion che esaltano la sua grande personalità teatrale.
E' stato affidato a Mauro Bigonzetti il compito di creare l'Anniversary/Solo in prima assoluta: su pagine di Jarret e la versione di Berlioz de 'Le spectre de la rose' Madsen rivelerà i suoi multiformi aspetti e colori di artista unico.
Estratti da 'Don Q' di Christian Spuck che segnò l'incontro artistico con Gauthier, l'exploit dinamico di Cantata di Bigonzetti che lo riporta nella sua amata Italia e infine alcuni estratti di Greyhounds, lavoro dello stesso Madsen con alcuni anziani colleghi dello Stuttgart Ballet completano la festosa celebrazione.

 

foto Regina Brocke

13/05/2018

D&D

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Sharon Eyal in Emilia con "OCD Love" e "Love Chapter 2"

2_ocd_love_photo_by_regina_brocke.jpg
FERRARA La Stagione di danza del Teatro Comunale di Ferrara si chiude con un appuntamento davvero particolare, che congiunge idealmente i teatri di Ferrara e Modena, le due città che per la prima volta ospitano in Emilia Romagna Sharon Eyal, riconosciuta nel panorama internazionale come una delle più sorprendenti e inventive coreografe del giorno d'oggi. Il 24 marzo al Comunale di Ferrara con ODC Love e il 26 marzo al Pavarotti di Modena con il sequel "Love Chapter 2".
 
Continua a leggere...
 

 

>

News

La Butterfly in danza con Monica Casadei

Prima nazionale al Verdi di Pisa il 29 marzo

butterfly_colori_proibiti_ph_vincenzo_cerati.jpg

PISA La danza appassionata e sensibile di Monica Casadei torna in scena al Verdi con la prima italina di Butterfly colori proibiti interpreato da Artemis Danza, venerdì 29 marzo ore 21.

Continua a leggere...

 

>

Pro e contro

La Danza Italiana. Materia di convegno

All'Università di Bologna dal 28 al 30 marzo

auditjpg.jpg

BOLOGNA Annunciato a suo tempo è ora pronto in dettaglio il programma del convegno La Danza in Italia nel Novecento e oltre curato da Elena Cervellati e Giulia Taddeo dell'Università di Bologna. Artisti, docenti universitari, studiosi, critici e operatori di tutta Italia e oltre in una tre giorni per delineare le linee, le criticità, le potenzialità e unicità dell'arte come si è espressa dal Novecento ad oggi nel nostro Paese.

Continua  a leggere...

>

Pro e contro

"Act of mercy" di Antonello Tudisco

_dsc2514_copy.jpg

NAPOLI Per la stagione “Stabile Danza” del Teatro Mercadante, il coreografo Antonello Tudisco. di Interno5, mette in scena un lavoro sulla ricerca della pietà nel tempo presente: "Act of mercy".

Continua a leggere...

 

>