decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

La "Bella" di Franzutti vola a Il Cairo

dal 6 al'8 febbraio

_mg_7122.jpg

Con un totale di 100 repliche in importanti festival e teatri italiani, La Bella addormentata di Fredy Franzutti, per il suo Balletto el Sud, ha raccolto ovunque entusiastici consensi di pubblico e critica per la propria ambientazione, originale e sorprendente, ma perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche. Il noto critico di danza Vittoria Ottolenghi definì l’allestimento come frutto di “un’idea geniale!“.

Franzutti ha creato il balletto nel 2000 per il Teatro Politeama Greco di Lecce, spostando l’azione dal testo di Perrault al racconto di Basile che narra di una principessa addormentata per un incantesimo nel Mezzogiorno d'Italia.

Parte da questa prerogativa geografica lo speciale intervento creativo di Franzutti. Il coreografo infatti riporta la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese.
Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina. La Principessa Aurora diventa, in questo allestimento, una giovane e bella ragazza mediterranea, alla quale una vecchia maga predice un infelice destino. Saranno l’abilità della zingarella Lilla, e il bacio d'amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di una antica leggenda, a destare la fanciulla dal proprio sonno centenario.

La produzione approda ora al Teatro dell'Opera de Il Cairo per una tournée di tre giorni, dal 6 all'8 febbraio.

Danza, nel ruolo principale della principessa Aurora, Nuria Salado Fusté; nel ruolo del principe Ernesto (come l'antropologo Ernesto De Martino, che “scopre” il fenomeno del tarantismo salentino) danza Tsetso Gheorghe Ivanov. Al loro fianco, nei ruoli solistici, i validi danzatori della compagnia: Carlos Montalvan (Roberto, il padre di Aurora), Beatrice Bartolomei (Silvia, la madre), Monica Verì (La Fata dei Lillà), Alessia Cirri (la principessa fiorina) e Alexander Yakovlev (l'uccello azzurro). Il ruolo en travesti della strega Carabosse (personaggio creato da Franzutti per Lindsay Kemp) è interpretato dall'attore Andrea Sirianni.
Completano le scene di gruppo:  Martina Minniti, Alice Leoncini, Federica Scolla, Elia Davolio,  Gabriele Togni, Lucio Mautone,  Valerio Torelli, Ovidiu Chitanu, Bianca Cortese, Camino Llonch, Fabiana Serrone, Giuseppe Stancanelli, Letizia Rossetti, Giorgia Bergamasco. 

 

06/02/2018

la redazione

Stampa l'articolo Torna indietro

News

B.motion, vetrina di tendenze

A Bassano del Grappa dal 22 al 26 agosto

camilla_monga.jpg

BASSANO Festival nel Festival, B.motion, vetrina delle più originali esperienze artistiche in ambito performativo, oltre che sintesi dell'intenso lavoro che impegna il CSC/Centro per la Scena Contemporanea durante tutto l'anno, è la punta di diamante di OperaEstate Festival. Un progetto che apre ai nuovi linguaggi, che sostiene artisti emergenti, che lega il nome della città di Bassano all’impegno costante per lo sviluppo, la ricerca, l’innovazione nelle arti performative. La danza va in scena dal 22 al 26 agosto.

Continua a leggere...

>

News

Motus alla ricerca dell'origine del linguaggio

Prima assoluta a Chiusi per la compagnai delle sorelle Cieri

il_duomo_con_il_loggiato_del_palazzo_vescovile_chiusi_siena._autore_e_copyright_marco_ramerini_620x330.jpg

CHIUSI. Debutto assoluto al Festival orizzonti d'Arte del nuovo lavoro della formazione senese guidata da Simona e Rosanna Cieri.

continua a leggere

>

News

Anche Ravello ricorda Rudy

Tra i protagonisti dal gala Coviello, Virna Toppi e Petra Conti

ravello_festival_2017_schedule_and_tickets_roberto_vuilleumier.jpg

RAVELLO La sezione danza del festival della costiera si chiude con una festa in onore di Nureyev e un omaggio a Isadora Duncan.

continua a leggere...

>

News

Civitanova Danza chiude con Erectus

La nuova creazione al maschile di Abbondanza Bertoni

erectus.jpg

CIVITANOVA M. Dopo lo sguardo sul femminile in la Morte e la Fanciulla i coreografi e registi trentini firmano un lavoro tutto al maschile.

continua a leggere

>