Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

Fine di un'era. Martins lascia il NYCB

Aperta la lotta alla successione al trono che fu di Balanchine

img.jpg

NEW YORK Il 2018  inizia con una notizia attesa, che comunque segna un'importantissima svolta nella vita di una compagnia di prestigio mondiale.

Dopo le accuse di molestie e la conseguente indagine, ancora in corso, Peter Martins si è definitivamente dimesso dalla direzione del New York City Ballet, che guidava ininterrottamente dal 1984.

Al di là delle problematiche nella gestione della compagnia messe in luce dallo scandalo delle molestie – dalla cui accusa Martins si sta comunque difendendo energicamente - sul piano puramente artistico e culturale l'uscita di scena di Martins segna il definitivo taglio della tradizione diretta con i padri fondatori della compagnia, George Balanchine e Jerome Robbins.

Martins era entrato nel New York City Ballet come Principal dancer nel 1967 e alla morte di Balanchine ha affiancato Robbins nella conduzione del complesso, per poi proseguire da solo per oltre trent'anni, garantendo un rigoroso rispetto dello stile e della visione estetica che Balanchine aveva espresso con la creazione della troupe.

Negli anni Martins ha comunque cercato di garantire sviluppo e continuità creativa al NYCB invitando molti coreografi internazionali (tra cui gli europei Angelin Preljocaj e Mauro Bigonzetti), ma soprattutto incoraggiando talenti 'interni' come Christopher Wheeldon, Benjamin Millepied e recentemente Justin Peck.

E proprio questi ultimi due sembrano i nomi più papabili alla sua successione. A meno che nel Board non prevalga l'idea di preservare ancora 'in purezza' la tradizione balanchiniana e non si scelga l'outsider, ma pur sempre amatissima Suzanne Farrell, che di Mister B. fu celebre Musa e ha da poco chiuso l'avventura del Farrell Ballet a Washington.

Nella foto datata 1978 Martins Suzanne Farrell e George Balanchine insieme all'allora principal dancer Adam Luders (DM archyve)

 

02/01/2018

s.p.

Stampa l'articolo Torna indietro

News

The White Crow. Il Nureyev di Ralph Fiennes

Il film sulla fuga di Nureyev in distribuzione dal 25 luglio

fiennes.jpg

Già nelle sale europee, arriverà solo in piena estate in Italia The white crow, il film che Ralph Fiennes ha dedicato alla fuga in esilio di Nureyev, che è molto piaciuto all'anteprima del Torino Film Festival.

Continua a leggere...

>

News

A Londra e Mosca brillano gli scaligeri

Due inviti eccellenti per il Ballo milanese

nicoletta_manni_timofej_andrijashenko_ph_brescia_e_amisano_teatro_alla_scala_k65a0714_x.jpg

MILANO Lo stesso giorno su due palcoscenici leggendari per il balletto mondiale due giovani stelle milanesi danzano accanto a compagnie prestigiose.

Continua a leggere...

>

News

15 nuovi autori selezionati per la "Vetrina"

Saranno in scena a Ravenna dal 12 al 14 settembre

sguotti2piero_tauro.jpg

RAVENNA Ecco le selezioni alla prossima Vetrina Giovane Danza d'Autore del Network Anticorpi XL: 15 creazione saranno ospiti a Ravenna dal 12 al 14 settembre.

Continua a leggere...

>