Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

Marcelo Gomes accusato di molestie lascia ABT

Il fatto otto anni fa. E anche nel mondo del balletto si rischia l'effetto Pandora

mg_marcelo_gomes_colour_bio_1000.jpg

Dopo Peter Martins un'altra star del balletto è entrata nell'occhio del ciclone per l'accusa di molestie sessuali. Marcelo Gomes, amatissimo divo dell'American Ballet Theatre si è dimesso dal suo ruolo di primo ballerino della compagnia dopo essere stato raggiunto da un'accusa per un fatto avvenuto 'circa' otto anni fa.

Il Board dell'American Ballet Theatre ha prontamente preso le distanze dal ballerino, affermando la propria intransigenza e confermando che comunque i fatti non riguardano artisti attualmente presenti della compagnia.

Prontamente è partita la ridda social, tra sostenitori di Gomes e fustigatori difensori della morale. E' evidente che Gomes e Martins- o James Levine o Charles Dutoit, o Kevin Spacey- stanno diventando i simboli di un moralismo che sta distorcendo i principi da cui nacque il principio del Politicamente Corretto. Di una nuova ondata puritana che partendo dagli Stati Uniti non mancherà di lambire presto l'Europa e l'Italia. 

Dietro al legittimo e fondamentale diritto da parte di chi l'ha subìto di denunciare un sopruso, sta però montando l'onda ipocrita e sospetta di chi utilizza questa 'crociata' per avviare personali vendette o ritorsioni. Untori che decidono di poggiare la propria 'mano' su qualcuno e determinarne l'immediata damnatio memoriae.

Il gioco è rischioso, sta innescando un processo irreversibile che può provocare davvero molte vittime.

Il dibattito è aperto e richiede però risposte serie, ponderate, oneste. Da parte di tutti. A partire da chi è a capo di certe istituzioni – Compagnie, Accademie, Teatri- ed è responsabile non solo dei 'profitti' e dei bilanci, ma anche della gestione di quelle 'risorse umane' – artisti, studenti, operatori, che fanno andare la macchina dell'enternteinment. Se non c'è nessun business come lo show business -come dice la celebre canzone cantata da Ethel Merman- chi lo gestisce deve saperne vigilare ogni aspetto e nel caso intervenire. Ma quis custudiet custodes? Si domandava l'arguto Giovenale. Chi baderà a chi 'comanda'? I board sono lì anche per quello, forse. O no?

 

 

 

22/12/2017

s.p.

Stampa l'articolo Torna indietro

News

A Modena si danza tra classico, divi e novità

Da oggi la nuova stagione del Comunale Pavarotti

modena02ok.jpg

MODENA. Si inaugura con il Progetto Bach di Aterballetto una stagione che offre un ampio ventaglio di scelte. Con l'aggiunta di divi.

continua a leggere...

>

News

TrioConcertDance a Londra fa sold out al nuovo Linbury

Le dieci date che inaugurano la sala rinnovata della ROH sono esaurite

af_bl_hc_trio_concertdance_copyright_roberto_ricci.jpg

LONDRA Partito da Parma tre anni fa il progetto di Alessandra Ferri, Herman Cornejo e Bruce Levingston inaugura oggi la seconda sala della Royal Opera House.

Continua a leggere...

>

News

Viaggio d'Inverno con Preljocaj

Attesa creazione per la compagnia scaligera in prima il 24 gennaio

winterreise_angelin_preljocaj_le_prove_in_sala_ph_brescia_e_amisano_teatro_alla_scala_29_.jpg

MILANO C'è attesa per la novità assoluta che Angelin Preljocaj ha immaginato per 12 danzatori del Balletto del Teatro alla Scala. Il suo Winterreise sarà un viaggio nelle emozioni tutto da scoprire, in scena a partire dal 24 gennaio (repliche fino al 9 marzo) con anteprima il 23 per la Fondazione Rava, con il ricavato devoluto all'ospedale pediatrico Saint Damien di Haiti.

Continua a leggere...

>

News

X EDIZIONE PREMIO PROSPETTIVA DANZA TEATRO PADOVA

bando di partecipazione aperto sino al 15 marzo

casette_premio_prospettiva_danza_teatro.jpg

E' online il bando di partecipazione per la X edizione del progetto di residenze coreografiche Prospettiva Danza Teatro. In palio premi in denaro del valore di 7.000 euro.

Continua a leggere...

>