decathlon 2019
decathlon 2019

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

Marcelo Gomes accusato di molestie lascia ABT

Il fatto otto anni fa. E anche nel mondo del balletto si rischia l'effetto Pandora

mg_marcelo_gomes_colour_bio_1000.jpg

Dopo Peter Martins un'altra star del balletto è entrata nell'occhio del ciclone per l'accusa di molestie sessuali. Marcelo Gomes, amatissimo divo dell'American Ballet Theatre si è dimesso dal suo ruolo di primo ballerino della compagnia dopo essere stato raggiunto da un'accusa per un fatto avvenuto 'circa' otto anni fa.

Il Board dell'American Ballet Theatre ha prontamente preso le distanze dal ballerino, affermando la propria intransigenza e confermando che comunque i fatti non riguardano artisti attualmente presenti della compagnia.

Prontamente è partita la ridda social, tra sostenitori di Gomes e fustigatori difensori della morale. E' evidente che Gomes e Martins- o James Levine o Charles Dutoit, o Kevin Spacey- stanno diventando i simboli di un moralismo che sta distorcendo i principi da cui nacque il principio del Politicamente Corretto. Di una nuova ondata puritana che partendo dagli Stati Uniti non mancherà di lambire presto l'Europa e l'Italia. 

Dietro al legittimo e fondamentale diritto da parte di chi l'ha subìto di denunciare un sopruso, sta però montando l'onda ipocrita e sospetta di chi utilizza questa 'crociata' per avviare personali vendette o ritorsioni. Untori che decidono di poggiare la propria 'mano' su qualcuno e determinarne l'immediata damnatio memoriae.

Il gioco è rischioso, sta innescando un processo irreversibile che può provocare davvero molte vittime.

Il dibattito è aperto e richiede però risposte serie, ponderate, oneste. Da parte di tutti. A partire da chi è a capo di certe istituzioni – Compagnie, Accademie, Teatri- ed è responsabile non solo dei 'profitti' e dei bilanci, ma anche della gestione di quelle 'risorse umane' – artisti, studenti, operatori, che fanno andare la macchina dell'enternteinment. Se non c'è nessun business come lo show business -come dice la celebre canzone cantata da Ethel Merman- chi lo gestisce deve saperne vigilare ogni aspetto e nel caso intervenire. Ma quis custudiet custodes? Si domandava l'arguto Giovenale. Chi baderà a chi 'comanda'? I board sono lì anche per quello, forse. O no?

 

 

 

22/12/2017

s.p.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Esami con lode all'Accademia della Scala

Venti diplomati con ottimi voti

foto_diplomati1.jpg

MILANO Si è concluso l'anno accademico con i tradizionali esami di fine corso. Venti i diplomati di quest'anno.

continua a leggere...

>

News

A Matera artisti e filosofi alla ricerca del Petrolio

Un progetto culturale sull'uomo del nuovo millennio

matera.jpg

MATERA In occasione delle celebrazioni per la Capitale Europea della Cultura Matera ospita un articolato progetto di arte e pensiero con molti coregrafi e performer.

Continua a leggere...

>

News

Tanti debutti per il ritorno della Bella

Alla Scala il balletto dei balletti dal 26 giugno

la_bella_addormentata_nel_bosco.jpg

MILANO Molti debutti per il ritorno del capolavoro del balletto classico nella versione di Nureyev che nacque proprio alla Scala nel 1966.

Continua a leggere...

>