decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Largo alla Performance con il NAO Festival

Da domani alla Fabbrica del Vapore di Milano per dieci giorni

martin_schick1.jpg

MILANO Dal 7 al 17 dicembre si svolge l'ottava edizione del NAO Performing Festival,con la direzione artistica di Ariella Vidach e Claudio Prati e la cura di Maria Paola Zedda con un cartellone  dedicato alla nuova generazione di autori nell’ambito della danza e della performance con un'attenzione speciale ai coreografi e performer italiani e internazionali che si distinguono per una forte attenzione all’interdisciplinarietà dei linguaggi, tra coreografia, performance e arti visive, e all’intersezione dei codici e dispositivi performativi diversi.

Il festival quest’anno evidenzia il suo ampio respiro internazionale con la Swiss Contemporary dance Factory, progetto nato dalla collaborazione tra DiDstudio, Ariella Vidach Aiep e Danae Festival, con cui interseca e cura la programmazione; in programma inoltre  lavori in forma di studio e compiuta di coreografi e performer cresciuti grazie al supporto del progetto di residenza artistica NAOCREA di Ariella Vidach AiEP e che presentano l’esito recente del loro percorso creativo. Tra questi Salvo Lombardo (8 dicembre), Fabritia D’Intino (15 dicembre) e gruppo nanou (17 dicembre).

Il festival apre il 7 dicembre con lo spettacolo della compagnia romana ATACAMA Migranti nato dalla necessità di sondare, attraverso la creazione artistica, il tema della diversità culturale. L’8 dicembre prosegue con l’ultima creazione di Salvo Lombardo Present Continuous_White Specific, in cui l’artista approfondisce la pluriennale indagine sul rapporto tra memoria, percezione e movimento nell’osservazione del reale.

L'11 dicembre è la volta di Halfbread technique performance dello svizzero Martin Schick, realizzata per la tappa milanese con la collaborazione di Cesare Benedetti (Fattoria Vittadini) seguita da una masterclass il 12 dicembre dedicata a performer, danzatori e artisti. Sempre il 12 dicembre, un omaggio al Simbolismo e all’arte viennese di inizio ‘900 da parte del coreografo toscano Leonardo Diana, con “Egon - introspettiva da Klimt e Schiele”, un lavoro che sviluppa la relazione tra corpo, gesto e nuove tecnologie. 

Il 15 dicembre Fabritia D’Intino presenta la creazione 2017 Wannabe, collaborazione tra la coreografa e il musicista Federico Scettri, sul rapporto tra danza e musica, sull’attrazione nella cultura contemporanea verso modelli artificiali di rappresentazione del corpo. Il 16 dicembre è la volta della svizzera Ruth Childs che presenta i primi assoli di Lucinda Childs,  nuovamente in scena grazie a un’attenta operazione di reenactment dei lavori che hanno caratterizzato l’icona della postmodern dance nel periodo del Judson Theatre. Pastime (1963), Carnation (1964), Museum Piece (1965) rappresentano ancora oggi, dopo 50 anni dal loro debutto, esempi di audacia nella sperimentazione, infrangendo e decostruendo le consuetudini del corpo e della sua rappresentazione. Seguono lo spettacolo le proiezioni dei film Calico Mingling con la coreografia di Lucinda Childs.

il 17 dicembre dopo la residenza NAOCREA 2017 negli spazi del DiDstudio a Milano, gruppo nanou presenta Alphabet /Mappe, un inedito passaggio del lavoro di analisi sulla scrittura coreografica. Il progetto declina la relazione tra coreografia e spazio secondo piani molteplici. La mappa diviene processo di scrittura ma anche strumento di lettura dell’azione coreografica in svolgimento. Segue l’incontro con gli artisti.

Tutti gli spettacoli sono programmati al DID Studio Fabbrica del Vapore. www.didstudio.org/naoperforming-festival

nella foto Martin Schick

06/12/2017

D&D

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Danza Made in Puglia alla conquista degli USA

Al Festival Great Friends Dance di Newport

photo_david_lee_black.jpg

NEWPORT. Danza italiana d'esportazione con l'esperienza della pugliese Simona De Tullio guest al festival americano con la sua compagnia.

continua a leggere...

>

News

L'utopia di Sieni si riprende la periferia di Firenze

Con la manifestazione Nuovi Cantieri Culturali Isolotto

_2._nuovi_cantieri_culturali_isolotto.jpg

FIRENZE. Da oggi a domenica il popoloso quartiere periferico della città toscana diventa un vivace centro di eventi e iniziative sociali e poetiche nel nome del gesto.

continua a leggere...

>

News

Dunja Jocic: viaggio nelle relazioni claustrofobie e travolgenti

"Don't talk to me me in my sleep" al Teatro Vascello di Roma e a Bolzano Danza

dunja_jocic_don_t_talk_to_me_in_my_sleep_photostill.png

ROMA Coreografa serba attiva in Olanda, Dunja Jocic con il suo lavoro di successo Don’t talk to me in my sleep, premiato al Noorderzon Festival 2015, approda per la prima volta in Italia. Al Vascello di Roma il 18 luglio e a Bolzano Danza il 20.

Continua a leggere...

>

News

Anne Teresa de Keersmaeker si dà al musical

Firmerà a Browadway le danze di una nuova edizione di West Side Story

224px_west_side_story_at_palace_theatre_in_broadway.jpg

NEW YORK. Debutterà nel febbraio 2020 la muova edizione del celebre show di Berstein e Robbins con coreografie e regia totalmente rinnovati.

continua a leggere...

>