Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

NID 2017. Lo sguardo degli altri

A chiusura della manifestazione alcune opinioni dagli ospiti stranieri

maxresdefault_1_.jpg

GORIZIA Al quarto e ultimo giorno di NID Platform è tempo di tirare le fila. Ci siamo così intrattenuti a dialogare con vari operatori internazionali per raccogliere i loro punti di vista sull'andamento organizzativo e sullo stato della danza "Made in Italy".

Molti dei manager esteri hanno espresso apprezzamento per lo svolgimento della NID Platform condotta da a.Artisti Associati e interesse verso la presenza del MiBACT all'intera manifestazione. La presenza costante del dicastero è stata intesa da molti come segno tangibile del supporto dato alla danza qui in Italia e la volontà delle istituzioni di mettersi in dialogo con tutti gli organismi del proprio territorio senza fare distinzioni.

Sul versante, invece, prettamente artistico-estetico i manager esteri sono stati colpiti sia dalla pluralità stilistica messa in scena nei quattro giorni sia dalla qualità ed espressività di vari interpreti. Suscita interesse l'osservazione fatta da alcuni di loro relativa alla ricca traccia "classica" (forse ballettistica diremo noi) nella danza contemporanea italiana.

Tra i vari commenti raccolti si evidenzia quello di Jarmo Penttila, consigliere di programmazione al Théâtre National de Chaillot di Parigi, che rispetto agli spettacoli visti nei quattro giorno ha suggerito di mettere in dialogo i creatori di assoli, forti a suo avviso nella ricerca drammaturgica ma vincolati al piccolo formato, con gli ensembles, solidi invece nell'organico e non nelle scelte estetiche. A detta di Penttila, infatti, dall'unione di queste energie potrebbero nascere produzioni vincenti.

Degna di nota, infine, la dichiarazione di Jacky Fung, manager addetto alla programmazione del City Contemporary Dance Festival di Hong Kong, rassegna diretta da Willy Tsao che inaugura la sua prima edizione il prossimo mese ospitando inoltre HOTPOT East Asia Dance Platform. Oltre a essere interessato a programmare vari lavori italiani nella propria kermesse e a consigliarne altri al Beijing Dance Festival, Fung ha affermato che sono già in corso delle trattative per la messa in rete delle diverse piattaforme con l'intento di creare sinergie intercontinentali. Vi terremo aggiornati. Ormai chiusa questa edizione transfrontaliera, il prossimo appuntamento con NID Platform sarà dal 10 al 13 ottobre 2019 a Reggio Emilia.

 

 

23/10/2017

Carmelo A. Zapparrata

Stampa l'articolo Torna indietro

Pro e contro

"Act of mercy" di Antonello Tudisco

_dsc2514_copy.jpg

NAPOLI Per la stagione “Stabile Danza” del Teatro Mercadante, il coreografo Antonello Tudisco. di Interno5, mette in scena un lavoro sulla ricerca della pietà nel tempo presente: "Act of mercy".

Continua a leggere...

 

>

News

FOG si allarga al DiD Studio con tre giovani proposte

IL 25 e 26 marzo con Giovanfrancesco Giannini, Collettivo Munerade e Salvo Lombardo

fog_giovanfrancesco_giannini_datamigration_1_ph_antonia_treccagnoli.jpg

MILANO Secondo appuntamento ideato da FOG 2019 in coproduzione con il DiD Studio di Ariella Vidach, partner prezioso del Triennale Teatro dell’Arte, per presentare al pubblico milanese alcune tra le più interessanti proposte della giovane danza italiana. In scen ala DiD Studio Fabbrica del Vapore il 25 e 26 marzo (dalle h.20) tre prime assolute all’insegna della ricerca. 

Continua a leggere...

>

News

"Sagra della primavera" e "Stabat Mater" di Edward Clug con il Balletto di Maribor

Al Sociale di Como il 29 marzo

stabat_mater.jpg

COMO Il Balletto del Teatro Nazionale Sloveno di Maribor diretto da Edward Clug è ospite al Teatro Sociale di Como con un dittico tra sacro e profano firmato dal direttore. In scena Le sacre du printemps di Igor Stravinsky e lo Stabat Mater di Pergolesi, venerdì 29 marzo h. 20.30.

Continua a leggere...

 

>

News

What we are: piattaforma coreografica a Udine

Candidature entro il 7 aprile

web_wwa_solo_foto_orrizzontale_kopie_1_.jpg

UDINE Scade il 7 aprile la open-call per la piattaforma coreografica What We Are rivolta ad autori e interpreti della scena contemporanea nazionale ed estera, in programma il 5 maggio al Teatro S. Giorgio di Udine, firmata dall’ADEB, Associazione Danza e Balletto, in collaborazione con Comune di Udine, CSS-Teatro Stabile di Innovazione F.V.G. e il nostro magazine. 

Continua a leggere...

 

>