decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

NID giorno 2. Passaggio di testimone per la prossima edizione

_pz171020_nid_044.jpg

GORIZIA Non si fa in tempo a chiudere la presente edizione che già si annuncia la successiva. Dare continuità al progetto e fornire subito ai manager stranieri convenuti delle date certe, con questo spirito al secondo giorno di NID Platform è stata già annunciata l'edizione 2019 che si terrà a Reggio Emilia dal 10 al 13 ottobre.

In una simbolica cerimonia gli assessori di alla cultura della Regione Friuli-Venezia Giulia, Gianni Torrenti, e della Regione Emilia-Romagna, Massimo Mezzetti, si sono così passati simbolicamente il testimone alla presenza di Donatella Ferrante, dirigente Attività di Danza del MiBACT.

«Come Ministero promuoviamo NID Platform con grande piacere- ha affermato Donatella Ferrante- di volta in volta il modello NID Platform ha avuto la sua specificità, grazie al partenariato tra pubblico e privato, tra operatori e varie professionalità coinvolte. Ne è un esempio lo stesso RTO (Raggruppamento Temporaneo di Operatori, n.d.r.) che a ogni edizione prosegue in questa missione trovando una propria specificità rispetto al territorio ospitante. NID Platform è, infatti, uno strumento al servizio alla danza contemporanea italiana che si modella di volta in volta. È già in corso una riflessione per gli anni futuri».

C'è addirittura chi parla già di una futura edizione 2021 ospitata al Sud o nelle Isole, continuando così l'idea di una piattaforma come carovana itinerante volta a promuovere all'estero non solo la danza “Made in Italy” ma anche i vari territori dello Stivale.

«Ogni edizione di NID Platform deve essere migliorata – ha dichiarato l'assessore Mezzetti- noi cercheremo di fare qualcosa in più per il 2019. Partiamo da un background significativo. Non solo Reggio Emilia è sede della Fondazione Nazionale della Danza che insieme a noi Regione e all'ATER-Circuito Multidisciplinare ha avanzo richiesta al Ministero per ospitare l'evento, penso poi alla Rete Anticorpi e all'esperienza di Danza Urbana che mettono in rete diverse giovani compagnie e coreografi. Metteremo tutto questo al servizio per accogliere un'edizione migliore delle precedenti».

Tra i vari soggetti operanti in una regione quale l'Emilia-Romagna, da sempre sotto i riflettori nel panorama italiano per le proposte delle sue stagioni, i festival attivi e l'apertura verso le nuove e giovani firme, chi terrà il timone di NID Platform 2019?

«Capofila sarà naturalmente la Fondazione Nazionale della Danza che ha sede nell'ex-fonderia- ha sottolineato Mezzetti ai nostri microfoni- con il Comune di Reggio Emilia insieme a noi della Regione e all'Ater-Circuito Multidisciplinare. Questi saranno i soggetti principali che tireranno le fila di tutta l'organizzazione, poi avremo una serie di collaborazioni che si fonderà sulla base di quella rete che ormai abbiamo consolidato in regione».

21/10/2017

Carmelo A. Zapparrata

Stampa l'articolo Torna indietro

Pro e contro

Il Ballo scaligero conquista la Cina

Accoglienze trionfali nel lungo tour per la compagnia e i solisti milanesi

cq5dam.web.738.462.jpg

Conclusa la lunga tournée cinese che ha segnato uno straordinario successo per il Ballo milanese, questa volta capitanato da tutti i talenti della casa. E in questo sta il successo più grande.

continua a leggere...

>

News

A Prato torna un 'classico' del contemporaneo italiano: Otto

La creazione più significativa dei Kinkaleri riproposta al Museo Pecci

otto.jpg

PRATO. Apparso quindici anni fa e diventato subito un grande successo nell'ambito del teatro performativo e di ricerca. OTTO torna ora per ripresentarci ironicamente i suoi eterni interrogativi.

continua a leggere...

>

News

In cucina si danza

Con the Kitchentheory dei Da Cru

thekitchetheory_ph_giovanni_bocchieri_sosp.jpg

ROMA. Debutta stasera al Vascello il nuovo lavoro della Da.Cru Dance Company di Marisa Ragazzo e Omid Ighani.

continua a leggere...

>

News

Silvia Gribaudi a Dimore d'autunno

A Castiglioncello residenze e incontri

silvia_gribaudi_ph_luca_giabardo_300x230.jpg

CASTIGLIONCELLO (LI) Dal 2011 la coreografa e danzatrice Silvia Gribaudi lavora in molte città italiane con donne OVER 60. Un progetto che negli anni si è articolato ed è cresciuto raggiungendo una qualità ed un impatto sociale straordinario. Da qui è nata la volontà di Armunia di radunare tutte le donne over 60 che hanno partecipato negli anni al progetto, nelle diverse regioni italiane dall'1 al 5 ottobre a Castiglioncello.

Continua a leggere...

>