decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Non Stop performative con Roberta Mosca e Canedicoda

Al Raum di Bologna il 14 ottobre

foto_roberta_mosca_1.jpg

BOLOGNA Da sabato 14 ottobre dalle ore 16.00 sino a domenica 15 ottobre alle ore 16.00 si apre la stagione di Raum, con una non-stop performativa di Canedicoda e Roberta Mosca intitolata "Musica per un giorno".

Musica per un giorno è una lunga azione della durata di 24 ore che, nelle sue intenzioni, vuole essere ripetuta una volta all'anno per 24 anni consecutivi. La sua esecuzione a Raum segna l’anno due. Come un modulo moltiplicato in potenza, ventiquattro alla ventiquattresima, questa aritmetica esistenziale nasce dall’incontro tra Canedicoda e Roberta Mosca, e mette in atto una riflessione che prende spunto da Musica per un giorno registrata in un mese, un disco di improvvisazione e field recordings della durata 24 ore realizzato dallo stesso Canedicoda sotto l'alias Ottaven nel gennaio 2012; prodotto dalla label Second Sleep prima in formato digitale e poi in forma oggettuale con un box di 24 cassette da 60 minuti l’una, è stato presentato in streaming giornaliero alla prima edizione di Live Arts Week nel 2012.

Musica per un giorno (Anno 2°) non è un concerto e nemmeno una performance di danza; è piuttosto un’occasione esplorativa per scoprire una serie di percezioni, stati, limiti ed emozioni, generati dalla condivisione ininterrotta di un luogo per un tempo esteso quanto un giorno. Movimento, suono, spazio e idee sono intesi come un tutt’uno, nella prospettiva di invitare il pubblico a vivere un'esperienza immersiva, sottile e distesa. Musica per un giorno è anche una fanzine in edizione limitata che ogni anno viene ristampata e si arricchisce di nuovi contenuti sul progetto.

Note alla partecipazione:
Si è liberi di arrivare ed allontanarsi per tutta la durata dell’azione, ad eccezione dell’orario compreso tra le 2.00 e le 6.00 del mattino di domenica 15 ottobre, periodo in cui è consentita la sola uscita. Lo spazio è intimo e silenzioso, e verrà chiesto di entrare scalzi. Ulteriori indicazioni verranno date in loco all'arrivo.

Roberta Mosca coreografa, danzatrice e performer, ha una formazione di danza fondamentalmente classica. Ha lavorato in varie compagnie in Italia e all'estero, dal 2000 è stata interprete e coreografa del Ballet Frankfurt e della The Forsythe Company. Ha inoltre collaborato con vari artisti e formazioni di danza tra cui MAMAZA, MK, espz, Laurent Chétouane, Chris Newman, Yannis Mandafounis, Fabrice Mazliah, Martin Schick, Canedicoda, KLM. E' co-fondatrice di HOOD, collettivo formato da artisti che hanno lavorato insieme per molti anni nella The Forsythe Company, che esplora nuovi modelli per instillare l'arte nella società. Dal 2003 ha curato tra le montagne di Biella in Valle Cervo, insieme a Cora Bos Kroese, Biarteca festival interdisciplinare. Nel 2015, sempre in Valle Cervo, ha aperto lo spazio indipendente AUTOBAHN - WILLIAM WILLHELM CAFFEE - DALLAS. Il suo lavoro è stato presentato, tra gli altri, al Theatre de la Bastille Paris, HAU Berlin, Acker stadt palast Berlin, Tanzhaus Düsseldorf, Biennale Danza Venezia, ADC Ginevra, Kampnagel Hamburg, Live Arts Week Bologna, UOVO festival Milano, Crisalide Forlì, De Singel Antwerpen, Schauspielhaus Stuttgart, Kyoto University Art and Design, Kaserne Basel, PACT Zollverein.
www.hoodensemble.com   www.autobahn-williamwillhelmcaffee-dallas.eu

Canedicoda è un artista multidisciplinare attivo in ambito musicale (con l'alias di Ottaven), performativo e in quello del design e della moda. Ha sviluppato un universo autoriale ricco, cangiante ma sempre immediatamente riconoscibile. Figura di snodo nel passaggio e la circuitazione in Italia di molteplici correnti di ricerche artistiche, stilistiche e musicali innovative e minoritarie (ricordiamo tra le altre la Piattaforma Fantastica), ha al suo attivo una vasta storia di collaborazioni con etichette produttive, spazi no profit, collettivi e singoli artisti italiani e stranieri. Dal 2003 Canedicoda conduce una personale ricerca di linguaggio, stile e metodo, collaborando con Marsèll e Marselleria, Netmage Festival, Live Arts Week, Le Dictateur, Plusdesign Gallery, C2C, Istituto Svizzero, Nero Magazine e svariate altre situazioni più o meno istituzionali.

06/10/2017

la redazione

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Danza Made in Puglia alla conquista degli USA

Al Festival Great Friends Dance di Newport

photo_david_lee_black.jpg

NEWPORT. Danza italiana d'esportazione con l'esperienza della pugliese Simona De Tullio guest al festival americano con la sua compagnia.

continua a leggere...

>

News

L'utopia di Sieni si riprende la periferia di Firenze

Con la manifestazione Nuovi Cantieri Culturali Isolotto

_2._nuovi_cantieri_culturali_isolotto.jpg

FIRENZE. Da oggi a domenica il popoloso quartiere periferico della città toscana diventa un vivace centro di eventi e iniziative sociali e poetiche nel nome del gesto.

continua a leggere...

>

News

Dunja Jocic: viaggio nelle relazioni claustrofobie e travolgenti

"Don't talk to me me in my sleep" al Teatro Vascello di Roma e a Bolzano Danza

dunja_jocic_don_t_talk_to_me_in_my_sleep_photostill.png

ROMA Coreografa serba attiva in Olanda, Dunja Jocic con il suo lavoro di successo Don’t talk to me in my sleep, premiato al Noorderzon Festival 2015, approda per la prima volta in Italia. Al Vascello di Roma il 18 luglio e a Bolzano Danza il 20.

Continua a leggere...

>

News

Anne Teresa de Keersmaeker si dà al musical

Firmerà a Browadway le danze di una nuova edizione di West Side Story

224px_west_side_story_at_palace_theatre_in_broadway.jpg

NEW YORK. Debutterà nel febbraio 2020 la muova edizione del celebre show di Berstein e Robbins con coreografie e regia totalmente rinnovati.

continua a leggere...

>