decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

L'Africa danza a Ferrara

Focus sul continente attraverso tre voci autoriali di forte impatto

dada_masilo_giselle_foto_di_stella_olivier_2_1_.jpg

FERRARA Si apre stasera  la stagione di danza del Teatro Comunale "Claudio Abbado" con il Focus Africa o delle identità negate che sino al prossimo 24 novembre animerà il palcoscenico estense con vari artisti e compagnie provenienti da Sudafrica e Burkina Faso.

Per l'inaugurazione della stagione ferrarese la bussola punta dritta a Johannesburg, sede del quartier generale di Dada Masilo. Con alle spalle i successi di Swan Lake, la coreografa presenta stasera  la sua nuova versione di Giselle, creata sulle musiche composte per l'occasione da Philip Miller e i fondali realizzati dall'artista visivo William Kentridge. Wilys vestite di rosso e pronte a gridare vendetta invadono la scena regalando una diversa visione del balletto romantico per eccellenza.

Sempre dal Sudafrica arriva il 14 ottobre Robyn Orlin, autrice dello spettacolo dal lungo e lirico titolo And you see… our honourable sky and ever enduring sun… can only be consumed slice by slice… . Definita dai media sudafricani "irritazione permanente", Orlin ha creato questo assolo per l'attore e artista a tutto tondo Albert Ibokwe Khoza partendo da alcuni interrogativi pungenti, quali: Perché non si può essere nello stesso tempo cittadini del mondo e autentici portatori della cultura sudafricana? Perché non è possibile essere gay e nello stesso tempo esponenti della tradizione?”.

Spazio, infine, al Burkina Faso con l'arte di Seydou Boro, co-direttore del Centre de Développement Chorégraphique la Termitière di Ouagadougou. Già inteprete di Mathilde Monnier al CCN di Montpellier e con una ricca esperienza nel teatro e nel cinema, Boro in Le Cri de la Chair (24 novembre) crea sulle musiche del tunisino Khalil Hentati, eseguite dal vivo, una pièce per cinque danzatori in cui riflettere sulle catastrofi contemporanee. In un mix di tecniche e stili differenti si leva il "grido della carne" per evidenziare le tracce indelebili lasciate sul corpo e nella mente umana da questi accadimenti.

Nella foto Giselle, Dada Masilo, copy Stella Olivier

 

04/10/2017

Carmelo A. Zapparrata

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Danza Made in Puglia alla conquista degli USA

Al Festival Great Friends Dance di Newport

photo_david_lee_black.jpg

NEWPORT. Danza italiana d'esportazione con l'esperienza della pugliese Simona De Tullio guest al festival americano con la sua compagnia.

continua a leggere...

>

News

L'utopia di Sieni si riprende la periferia di Firenze

Con la manifestazione Nuovi Cantieri Culturali Isolotto

_2._nuovi_cantieri_culturali_isolotto.jpg

FIRENZE. Da oggi a domenica il popoloso quartiere periferico della città toscana diventa un vivace centro di eventi e iniziative sociali e poetiche nel nome del gesto.

continua a leggere...

>

News

Dunja Jocic: viaggio nelle relazioni claustrofobie e travolgenti

"Don't talk to me me in my sleep" al Teatro Vascello di Roma e a Bolzano Danza

dunja_jocic_don_t_talk_to_me_in_my_sleep_photostill.png

ROMA Coreografa serba attiva in Olanda, Dunja Jocic con il suo lavoro di successo Don’t talk to me in my sleep, premiato al Noorderzon Festival 2015, approda per la prima volta in Italia. Al Vascello di Roma il 18 luglio e a Bolzano Danza il 20.

Continua a leggere...

>

News

Anne Teresa de Keersmaeker si dà al musical

Firmerà a Browadway le danze di una nuova edizione di West Side Story

224px_west_side_story_at_palace_theatre_in_broadway.jpg

NEW YORK. Debutterà nel febbraio 2020 la muova edizione del celebre show di Berstein e Robbins con coreografie e regia totalmente rinnovati.

continua a leggere...

>