decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

Tre Signore per Beethoven

Trittico di grandi autrici per la Grosse Fuge in prima nazionale

childs_fugue_2.jpg

REGGIO EMILIA Beethoven si fa in tre grazie al sapiente tocco femminile. Atteso in prima nazionale in esclusiva per il Festival Aperto, il Ballet de l'Opéra de Lyon porta in scena il 30 settembre al Teatro Valli Trois Grande Fugues, spettacolo che mette a confronto su Beethoven tre colossi della coreografia quali Lucinda Childs, Anne Teresa de Keersmaeker e Maguy Marin.

Occasione unica e imperdibile la data reggiana per ammirare l'ensemble diretto dal greco Yorgos Loukos, suo timoniere dal 1991, che proprio della versatilità ha fatto uno dei suoi tratti distintivi e assaporare tre diverse declinazioni, tra ricerca formale e assalto emotivo, della Die Grosse Fuge op.133 di Ludwig van Beethoven.

Nata lo scorso anno su commissione della compagnia lionese, la versione di Lucinda Childs, con scenografia, luci e costumi di Dominique Drillot, utilizza dodici danzatori divisi in sei coppie come tasselli per una resa formale della partitura.

Diverse geometrie gestuali prendono forma nello spazio grazie gli otto danzatori scelti da Anne Teresa de Keersmaker per la sua creazione del 1992, con scene e luci di Jan Joris Lamers, dove sei uomini e due donne, a detta della stessa autrice, compongono «un vocabolario maschile, non classico e con una connotazione sessuale».

Del 2001 è invece l'esplosione rosso sangue di Maguy Marin in cui quattro danzatrici, nei costumi di Chantal Cloupet e rischiarate dalle luci di François Renard, incarnano il «desiderio di scrivere una danza da e su La Grande Fuga- spiega la pasionaria coreografa- e di legarla profondamente a questa musica» per cesellare «lo stato di entusiasmo e di disperazione» dell’opera tarda di Beethoven.

 

 

 

28/09/2017

Carmelo A. Zapparrata

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Danza Made in Puglia alla conquista degli USA

Al Festival Great Friends Dance di Newport

photo_david_lee_black.jpg

NEWPORT. Danza italiana d'esportazione con l'esperienza della pugliese Simona De Tullio guest al festival americano con la sua compagnia.

continua a leggere...

>

News

L'utopia di Sieni si riprende la periferia di Firenze

Con la manifestazione Nuovi Cantieri Culturali Isolotto

_2._nuovi_cantieri_culturali_isolotto.jpg

FIRENZE. Da oggi a domenica il popoloso quartiere periferico della città toscana diventa un vivace centro di eventi e iniziative sociali e poetiche nel nome del gesto.

continua a leggere...

>

News

Dunja Jocic: viaggio nelle relazioni claustrofobie e travolgenti

"Don't talk to me me in my sleep" al Teatro Vascello di Roma e a Bolzano Danza

dunja_jocic_don_t_talk_to_me_in_my_sleep_photostill.png

ROMA Coreografa serba attiva in Olanda, Dunja Jocic con il suo lavoro di successo Don’t talk to me in my sleep, premiato al Noorderzon Festival 2015, approda per la prima volta in Italia. Al Vascello di Roma il 18 luglio e a Bolzano Danza il 20.

Continua a leggere...

>

News

Anne Teresa de Keersmaeker si dà al musical

Firmerà a Browadway le danze di una nuova edizione di West Side Story

224px_west_side_story_at_palace_theatre_in_broadway.jpg

NEW YORK. Debutterà nel febbraio 2020 la muova edizione del celebre show di Berstein e Robbins con coreografie e regia totalmente rinnovati.

continua a leggere...

>