decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

News

La danza urbana invade Bologna

Parte il 5 settembre lo storico festival

salvo_lombardo_light.jpg

BOLOGNA Dal 5 al 9 settembre il festival Danza Urbana torna all'ombra delle Due Torri. La rassegna diretta da Massimo Carosi per la sua XXI edizione si concentra sul bacino del Mediterraneo e intitolata Uno sguardo aperto sul mondo porta coreografi difficilmente visibili alle nostre latitudini.

Cuore dell'evento è, infatti, il Focus Young Arab Choreographers con giovani artisti provenienti da Palestina, Egitto, Libano e Tunisia, tutti selezionati all'interno del BIPOD/Beirut International Platform of Dance, che si esibiranno in piazze e cortili e entreranno in dialogo anche gli artisti locali.

Si parte dal Collegio d'Arte Venturoli con l'egiziano Mounir Saeed che con il suo What about Dante intreccia la Cantica dell'Inferno della Divina Commedia alla spiritualità del sufismo e con il tunisino Hamdi Dridi in Tu Meur(s) de Terre, dove il ricordo e l'affetto verso i padri scomparsi diventa universale. All'ambiguità delle tradizioni che negano libertà di pensiero e critica o di chi negandole si isola dalla società è ispirato il lavoro in Pinacoteca Nazionale del palestinese Sharaf DarZaid To Be... mentre con Under the flesh il libanese Bassam Abou Diab indagherà la sopravvivenza del corpo a continue situazioni di guerra e pericolo in piazza Scaravilli.

Poi si punta ancora più a sud, facendo scalo nell'Africa nera. Attesi al Parco 11 settembre sono infatti l'ivoriano Jain Souleymane Koné e il britannico di origini camerunensi Joseph Toonga che esploreranno le tematiche dell'amore e del potere dell'ego mescolando hip hop e danza contemporanea.

Non mancano le realtà italiane grazie alla presenza di Dewey Dell. Proprio il sagace gruppo capitanato da Teodora Castellucci sarà qui impegnato con la prima assoluta di Deriva Traversa, creazione nata su commissione e ispirata al mondo della pastorizia in cui ritualità sarde si legano a elementi neozelandesi. Completano il quadro Salvo Lombardo e suoi performer lituani di Twister, il duo italo-francese Colaleo-Freixas, Joshua Monten, Caterina Basso e Irene Russolillo.

Infine, sarà il flashmob aperto alla cittadinanza e frutto del laboratorio condotto da Gérard Diby, già solista del Balletto Nazionale della Costa d'Avorio, a chiudere il festival.

01/09/2017

Carmelo A. Zapparrata

Stampa l'articolo Torna indietro

News

A Perego il GD'A emilianoromagnolo 2017

Assegnato al coreografo di Parma

peregiohorizon.jpg

REGGIO EMILIA. Durante le giornate di Aperto, Festival multidisciplinare reggiano, spazio alla ricerca e alla promozione degli artisti emergenti con il Premio per la Giovane Danza d'Autore della regione.

 

continua a leggere

>

News

Milanoltre guarda alla danza di ogni latitudine

La trentunesima edizione decolla giovedì 28 settembre

milano_artexpodanzamikrokosmos_2011c2b8foto_herman_sorgeloos.jpg

MILANO. Sta per partire la tradizionale vetrina della danza contemporanea milanese, che tra grandi ritorni, focus nazionali e sezioni tematiche arriverà al 22 ottobre

continua a leggere

>

News

Fattoria Vittadini si autocelebra 'disordinatamente'

Per i dieci anni dalla fondazione del gruppo a Milano fino a dicembre

fattoria_vittadini_2_3.jpg

MILANO. A little bit messy: un po' disordinatamente. Così Fattoria Vittadini definisce il ricco programma che si spalma per tre mesi in vari spazi della città per dimostrare il proteiforme talento della formazione nata dieci anni fa.

continua a leggere

>