decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

Ancora Bolshoi Babylon: l'affaire 'Nureyev'sconcerta e preoccupa

Ancora un 'caso' al Bolshoi: la 'sospensione' del balletto dedicato al leggendario divo

naked_258x258.jpg

MOSCA. Tutto è iniziato con un post di Maria Alexandrova. La foto del nuovo Bolshoi con una grande croce rossa e una scritta del tipo: Tutto finito. Poi hanno iniziato gli altri danzatori e artisti coinvolti – da Vladislav Lantratov ( scelto nel ruolo di Nureyev in alternanza con Artem Ovcharenko) a Maria Shipulina,ai molti cantanti presenti nell'allestimento: i loro messaggi e le espressioni dei loro volti erano inequivocabili. Sconcertati e arrabbiati.

Poi l'annuncio ufficiale in titpico stile russo, ovvero, sfuggente nella sua ufficialità: "Rinviato il debutto mondiale del balletto Nureyev  che avrebbe dovuto andare in scena oggi, a firma di Yuri Possokhov e del regista e drammaturgo Kyrill Serebrennikov.

Da lì la ridda di supposizioni: cosa ha fermato il balletto a due giorni dalla prima assoluta? Conta la recente incriminazione del regista Serebrennikov, notoriamente polemico con il governo, accusato di appropriazione indebita di alcuni fondi del teatro da lui gestito?

O l'audacia di esplicitare temi legati all'omosessualità connessi inevitabilmente alla vita di Nureyev? O ancora raccontare un periodo critico del regime sovietico in cui Nureyev visse e si formò prima della clamorosa defezione?

La giostra di ipotesi si è susseguita nelle ventiquattro ore che hanno preceduto la conferenza stampa di Vladimir Urin, direttore del Teatro, che ha invece smussato i toni e ha rilanciato la premiere al prossimo 4 e 5 maggio 2018. Ufficialmente la causa della posticipazione è la resa scenica che – alle prove in palcoscenico- si è dimostrata ancora da perfezionare, soprattutto per la complessa interazione tra danzatori, coro e cantanti – che eseguono una partitura originale di Iliya Demutsky.

Urin ha confermato che l'allestimento rimarrà quello immaginato in fase di produzione, compresa la scena iniziale in cui, in una celebre foto d Richard Avedon ( i cui diritti, pare siano costati 400.000 $) appare il giovane Rudolf in un nudo frontale. Niente censura quindi all'orizzonte.

Vedremo. Certo è che nell'era dei social e della comunicazione in tempo reale, salvo bugs, sarà un po' più complicato non mantenere quanto pubblicamente dichiarato.

Nel link un estratto video di un momento della prova generale del balletto 

in apertura particolare della foto di Rudolf Nureyev scattata da Richard Avedon

 

11/07/2017

s.p.

Stampa l'articolo Torna indietro

News

In-Between, la mostra fotografica di Rita Antonioli

Alla Triennale dal 13 al 23 dicembre

mg_6834_ritaantonioli.jpg

MILANO Rita Antonioli ha sempre guardato al palcoscenico come al suo mondo d’elezione. Dopo aver esplorato la scena musicale in B-Side Music Portraits (prefazione di Patti Smith), una collezione di ritratti dei più importanti artisti internazionali, Antonioli ha deciso negli ultimi due anni di indagare c i personaggi che animano le stagioni di Triennale Teatro dell’Arte: registi, attori, coreografi e danzatori. Da stasera in mostra, opening alle h. 18.

Continua a leggere...

 

 

>

News

Un grande albero per Schiaccianoci

La versione di George Balanchine approda alla Scala

george_balanchine_s_the_nutcracker_bozzetto_di_una_scena_di_margherita_palli_copia.jpg

MILANO Per la prima volta in Italia, Lo Schiaccianoci di George Balanchine entra nel repertorio del Balletto del Teatro alla Scala, inaugurando la stagione 2018/2019. Dal 16 dicembre al 15 gennaio, undici recite del capolavoro natalizio del maestro russo-americano dedicato all'infanzia che vede in scena oltre al Corpo di ballo 61 piccoli allievi dell'Accademia della Scala.

Continua a leggere...

>

News

La Magnifica fabbrica: 240 anni di Teatro alla Scala

Una bella mostra al Museo della Scala fino al 30 aprile

dsc05668_museo_teatrale_alla_scala_cr_andrea_martiradonna.jpg

MILANO Ha aperto il 4 dicembre (visitabile fino al 30 aprile) la mostra “La magnifica fabbrica – 240 anni del Teatro alla Scala da Piermarini a Botta” a cura di Fulvio Irace e Pierluigi Panza al Museo Teatrale e nel Ridotto dei Palchi.

Continua a leggere...

>

News

Dance: The Art of Movement

Il calendario più fashion dedicato alla danza

51ahyksd7gl._sy498_bo1_204_203_200_.jpg

Cerchi un regalo superfashion per Natale? Per tutti gli appassionati il pensiero più bello è il calendario 2019 firmato da New York Dance Project contenente i magnifici scatti ai più grandi danzatori internazionali di Deborah Ori e Ken Browar.

Continua a leggere...

>