decathlon
decathlon

Danza&Danza Web

Danza&Danza Web

Pro e contro

Psichedelico e aggressivo Shechter

In tournée con "Barbarians"

two_completely_different_angles_of_the_same_fucking_thing_gabriele_zucca_dsc0594.jpg

ROMA  All’ingresso in sala distribuiscono i tappetti di plastica caso mai non si sopportasse il volume della musica. Ma dopo aver visto cose come Political Mother in versione concerto rock, con Hofesh Shechter si è pronti a tutto comprese le percussioni telluriche che accompagnano questo Barbarians, una trilogia che al Théâtre de la Ville di Parigi ha fatto come al solito il tutto esaurito e scatenato l’entusiasmo del pubblico. Qui siamo in piena discoteca. Fari bianchi sciabolanti che percorrono incessantemente la scena e debordano in platea, scosse elettroniche che si abbattono come mannaie, luce accecante che si alterna a bui improvvisi: con il suo stile guerrigliero, iperaggressivo questo coreografo e compositore israeliano, che dal 2008 a Londra ha trovato la sua nuova patria, galvanizza e trascina. Eccoli all’improvviso in scena, vestiti di bianco i barbari ‘in love’ della prima parte. Si muovono secondo un vocabolario primario accompagnati da una musica che dal rock trascolora nel remix compresa l’Aria di Mozart mentre il primo pannello si chiude mostrandoceli nudi nella penombra.

Questa ‘trilogia – spaghetti’ che all’inizio doveva intitolarsi Il buono, il brutto e il cattivo, ci porta col secondo pannello tHE bAD in un’atmosfera calda dove le luci dal ghiaccio passano al giallo solare sistemate su due pareti laterali per investire i cinque protagonisti in total lycra giallo che fascia tutto il corpo. La danza si fa, se possibile, ancor più tribale senza dimenticare i passi della tradizione israeliana che ormai sono il marchio di fabbrica del coreografo. Anche qui l’accompagnamento sonoro siglato Shechter si mescola curiosamente con la viola di Jordi Savall, mentre sugli schermi scorrono brandelli di un immaginario dialogo fra una psicoterapeuta e Shechter stesso sulla crisi del quarantenne.

All’improvviso il clima cambia, perché nel terzo pannello il coreografo ci prende in contropiede e ci presenta una curiosa coppia: lei in pantaloni grigi, lui in costume tirolese pronti a declinare tutte le possibili modalità del rapporto uomo-donna. Momento magico e sorprendente.  

21/09/2016

Sergio Trombetta

Stampa l'articolo Torna indietro

News

Giro del mondo per Simona Bertozzi

Molti appuntamenti internazionali per la coreografa bolognese

simona_bertozzi_foto_nexus.jpg

BRUXELLES.Inizia domani una intensa serie di appuntamenti internazionali per Simona Bertozzi e la sua compagnia

continua a leggere

>

News

Bassano: da domani Danza in Motion

Inizia la rassegna della nuova scena coreografica

giorgia_nardin_minor_place_03_96dpi_.jpg

BASSANO DEL GRAPPA. Consueto appuntamento di fine estate con la rassegna dedicata ai progetti coreografici nati in ambito di cooperazioni europee.

continua a leggere

>

Shop

IN ARRIVO IL DANCE DAY

appuntamento il 10 settembre

classica_x_giornale_1_.jpg

Il 10 settembre Decathlon lancia il Dance Day: in programma diversi appuntamenti nei punti vendita e interessanti novità di abbigliamento e attrezzature.

>

News

A Berlino in agosto si danza

Ultimi tre week end con Tanz Im August

fc_simple_act2_land_oxana_panchenko_spiral_leg_1000.jpg

BERLINO Tanz im August è un appuntamento consueto con la danza contemporanea nella capitale tedesca. Qui i nomi e le date degli ospiti dell'attuale edizione.

continua a leggere...

>